Tu sei qui

SBK, "La Kawasaki non ha avuto rispetto per Razgatlioglu, andrà in Yamaha"

Kenan Sofuoglu, manager del turco, esce allo scoperto dopo la 8 Ore rivelando il retroscena di Suzuka, per Toprak il futuro sarà in sella alla R1

SBK: "La Kawasaki non ha avuto rispetto per Razgatlioglu, andrà in Yamaha"

Share


C’è la gioia per una vittoria che mancava da oltre 20 anni, ma allo stesso tempo c’è anche la rabbia in casa Kawasaki. Già, perché da Suzuka qualcuno è tornato scontento. Stiamo parlando di Toprak Razgatlioglu, costretto a recitare la parte di spettatore all’Ottovolante. Nemmeno uno stint per il giovane turco, dal momento che in gara gli unici ad aver cavalcato la ZX-10RR sono stati Haslam e Rea.

La scelta della Casa di Akashi non è andata per niente giù al portacolori Puccetti, tanto che il suo manager Kenan Sofuoglu nel post gara ha utilizzato parole forti ai colleghi di Speedweek: “La Kawasaki non si è comportata in modo corretto con Toprak, dato che non ha avuto rispetto – ha commentato – lui era uno dei più veloci in pista, ma lo hanno fatto girare solo con gomme usate per tutto il fine settimana. A questo punto, probabilmente, firmeremo con la Yamaha. Ne ho già parlato con lui ed è d’accordo sulla questione”.

Razgatlioglu in Yamaha potrebbe quindi aprire nuovi scenari sul fronte mercato:  “Al momento siamo in trattativa con la Kawasaki  e la Yamaha, dato che l’obiettivo è il team ufficiale – ha aggiunto Sofuoglu – ma dopo quanto accaduto in settimana contatterò la Yamaha per mettere nero su bianco sul contratto”.  

Come vi avevamo anticipato tempo fa, il turco era uno degli obiettivi della Casa dei Tre Diapason per il 2020 e ora la strada potrebbe essere spianata dopo quanto accaduto in Giappone. Chi rischia seriamente di essere scaricato a questo punto è Alex Lowes, il quale dovrà cercarsi una sella per il prossimo anno. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti