Tu sei qui

MotoGP, Il GP di Misano 2019 sempre nel segno di Valentino Rossi

E’ stato presentato a Milano il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini con un poster di Rossi sulla sua Yamaha. Quest’anno la promozione con i colori del territorio 

MotoGP: Il GP di Misano 2019 sempre nel segno di Valentino Rossi

Road to Misano verrebbe da dire. Manca poco più di un mese all’appuntamento romagnolo del Motomondiale, in programma il 13-15 settembre, ma i motori si sono già accessi. Non in Romagna, bensì a Milano, dove in serata è stato presentato per l’occasione il Gran Premio di San Marino e della Riviera. Nelle scorse settimane è stato infatti svelato il poster del GP realizzato da Aldo Drudi, dove spicca Valentino Rossi in sella alla sua Yamaha M1.

Una dedica nei confronti di colui che lo scorso febbraio ha spento ben 40 candeline sulla torta, come spiega Andrea Albani: “Sul manifesto di quest’anno abbiamo voluto dare ancora più risalto alla nostra terra – ha commentato il Manager Director della pista – ci sono infatti i simboli delle località di Rimini, Riccione, Misano, Bellaria, Cattolica con i colori, legati al progetto #RideOnColors che hanno reso celebri i nostri territori. Volevamo infatti avere una identità chiara, cercando di comunicarla ai nostri promotori e a tutti i clienti. Attraverso le colorazioni diamo quindi vita quell’identità ricercata e fortemente voluta”.

Nella serata andata in scena al Boga Space e presentata da Guido Meda, non poteva mancare Paolo Simoncelli. A suo figlio Marco è stato dedicato il tracciato della Riviera: “Questo circuito ha tanti ricordi legati a Marco, ma anche alla mia infanzia – ha dichiarato – è un appuntamento speciale, dove dovremo essere competitivi, ma questo discorso vale anche per tutte le altre gare”.

Toccherà quindi ad Antonelli e Suzuki dare battaglia: “Quest’anno siamo protagonisti, però sono arrabbiato perché dovevamo raccogliere di più durante la prima parte di Campionato – ha dichiarato Paolo -  Suzuki? È bello averlo con noi, dato che spara cavolate a tutto andare come faceva Marco. Inizialmente cercavo di sforzarmi a parlare in inglese con lui, il fatto è che lui dopo una settimana già sapeva l’italiano (sorride)”.

Tra coloro che sono intervenuti anche Davide Cassani, presidente dell’Azienda di Promozione Turistica dell’Emilia e CT della Nazionale di ciclismo, il quale ha svelato un retroscena: “Voi non lo sapete, ma io mi sono innamorato del ciclismo guardando una gara di bici in autodromo a Misano – ha ricordato -era il 1968 e rimasi colpito dalla specialità. Tra l’altro quando ero piccolo non perdevo mai l’occasione per andare in circuito e ammirare da vicino i piloti”.

Non manca infine una battuta da parte del sindaco Piccioni: “Questo è uno degli appuntamenti più impegnativi della stagione, ma allo stesso tempo lo vivi con un’emozione che non ti abbandona mai – ha dichiarato il primo cittadino - il GP non è solo Misano, ma tutti i comuni limitrofi che fanno vivere alla gente la passione per le due ruote. Quando un appassionato viene in Romagna si porta a casa un pezzo del nostro animo”.  

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti