Tu sei qui

MotoGP, Rins: "Questa volta la Suzuki non faticherà in rettilineo come al Mugello"

"Peccato per la caduta, sarei potuto partire in prima o seconda fila. Sono fiducioso sul passo gara, dato che sono a livello di Marquez e Quartararo"

MotoGP: Rins: "Questa volta la Suzuki non faticherà in rettilineo come al Mugello"

Questa volta deve per forza mangiarsi le mani. Già, perché quell’errore a pochi minuti dalla conclusione del turno ha costretto Alex Rins ad alzare bandiera bianca prima del tempo. Lo spagnolo della Suzuki, che davanti al proprio pubblico sognava la prima fila, deve infatti accontentarsi dell’ottavo tempo nel sabato pomeriggio di Barcellona.

Sono davvero dispiaciuto, dato che per un piccolo errore sono finito a terra – ha esordito lo spagnolo – senza quell’inconveniente sarei potuto partire dalla prima o seconda fila. Devo dire però che sul passo mi sento bene, infatti sono  più o meno allo stesso livello di Marc e Fabio, di conseguenza sono fiducioso e vedremo cosa accadrà”.

Alex,  in Qatar e al Mugello il rettilneo vi ha messo in difficoltà. Pensi possa verificarsi la stessa cosa anche qua al Montmelò?

“A Barcellona la situazione è completamente differente, dato che in Qatar esci dall’ultima curva in seconda marcia, inoltre il rettilineo è lunghissimo. Penso infatti che la situazione sarà più semplice su questa pista. Per il resto ho riscontrato buone sensazioni per quanto riguarda il grip, soprattutto al mattino in confronto al pomeriggio. Sarà leggermente diverso rispetto al solito, però sono convinto che in curva è possibile spingere”.

Sarà una gara tutta alla rincorsa col coltello tra i denti?

“Affronterò la gara con il mio solito stile, cercando di essere competitivo. La nostra moto quando c’è molta aderenza è competitiva, mentre le cose cambiano quando il grip cala. Sul discorso gomme la soft è senza dubbio una possibilità, però dovremo fare le dovute valutazioni”

Audio raccolto da Paolo Scalera

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti