Tu sei qui

SBK, Rabbia Davies: “Melandri è stato ridicolo, ma lui è così”

“Non ho mai visto una manovra del genere, posso capirla da un ventenne, ma non da uno che di anni ne ha 36. Nemmeno mi ha chiesto scusa, spero venga penalizzato”

SBK: Rabbia Davies: “Melandri è stato ridicolo, ma lui è così”

Maledetta Jerez verrebbe da dire. Già, perché dopo aver rimediato quasi 30 secondi dalla vetta in Gara 1 al sabato, nella giornata di domenica la corsa di Chaz Davies è finita contro la moto di Marco Melandri. Davvero sfortunato il pilota gallese, il quale è stato colpito dalla Yamaha numero 33 terminando nella ghiaia.

Un episodio che non è proprio andato giù all’alfiere Aruba, il quale non ha risparmiato troppi giri di parole all’ex compagno.

“Non ho mai visto una manovra del genere in un Gran Premio, che sia Superbike o MotoGP – ha esordito il gallese - è stato ridicolo provarci. Quella manovra me la posso aspettare da uno di 20 anni, ma non da uno che ne ha 36. Marco è sempre Marco, ridicolo davvero, e la cosa peggiore è che nemmeno si è scusato”.

La rabbia è grande da parte sua.

Già a Buriram era successa una cosa, in quell’occasione era addirittura più lento di me e alla fine ci siamo fatti addirittura raggiungere dagli inseguitori. Io posso capire che mi vuoi passare, ma se proprio vuoi farlo, che sia in un punto dove è possibile. In quel tratto di pista invece non c’era il minimo spazio per provare un attacco, è stata un’idea stupida”.

Pensi che la direzione gara debba intervenire?

“Lui merita una penalizzazione. Ha rovinato la mia gara, ma anche la sua. Purtroppo mi sono fatto male alle gambe, soprattutto all’interno, perché sono finito sulla sua moto quando sono volato fuori dalla pista”.

Sta di fatto che il weekend i Jerez è da dimenticare dopo Imola.

“Mi è dispiaciuto davvero tanto per come è finito questo round. Qua a Jerez ho sofferto molto in curva, non avevo punti forti, inoltre queste curve hanno una conformazione diversa rispetto a quelle di Imola, dato che sono ad ampio raggio. Il primo giorno abbiamo sbagliato l’assetto, poi nella Superpole Race ho avvertito delle forte vibrazioni. È stato quindi necessario apportare un grande cambiamento alla moto. Oggi pomeriggio le cose sono andate meglio, però è finita nel modo peggiore”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti