Tu sei qui

Quartararo: "Ho sofferto più con la Moto2 che con la MotoGP"

Fabio nei primi tre del venerdì: "Le Mans è una pista più difficile del previsto da imparare, ma le sensazioni sono positive"

MotoGP: Quartararo: "Ho sofferto più con la Moto2 che con la MotoGP"

Share


Primo al mattino, terzo al pomeriggio. Il venerdì di Le Mans non poteva iniziare in modo migliore per Fabio Quartararo, che davanti al pubblico di casa ha confermato il proprio potenziale in sella alla Yamaha M1. Siamo solo alla giornata inaugurale, ma il pilota del team SIC Petronas sta accendendo l’entusiasmo tra i tifosi locali.

“Come prima giornata non è andata male – ha esordito Fabio - la FP2 mi ha regalato sensazioni migliori in confronto alla FP1, però  devo compiere un passo avanti in vista di domani. La pista di Le Mans è molto bella, però pensavo fosse più facile da imparare. Mi riferisco soprattutto alle frenata, dato che in certi tratti le anticipavo, mentre in altri tardavo”.

Al momento, sul passo gara, il francese è il quarto più veloce.

“Per ora non è male. A dire la verità non ho guardato quello degli altri, ma credo che non siamo tanto distanti dai veloce. Il mio obiettivo è quello di rimanere concentrato e continuare su questa strada”.

Sul tracciato di casa, per la prima volta in MotoGP, non può certo mancare un pizzico di emozione.

“È solo venerdì e diciamo che non sono più di tanto nervoso. Come ho detto sono entusiasta delle sensazioni che provo con la M1, anche perché ho sofferto più in Moto2 che qua in MotoGP. Devo quindi ringraziare tutto il team e le persone al mio fianco”.

 L’ultima battuta riguarda invece l’incognita meteo in vista delle qualifiche di domani. In molti da lui si aspettano una pole.

“Al momento sto solo pensando a fare del mio meglio e non ha conquistare una determinata posizione in griglia. Se dovesse piovere sarebbe complicato, dato che non ho mai provato in condizioni di bagnato”.  

Audio raccolto da Matteo Aglio

Share

Articoli che potrebbero interessarti