Tu sei qui

SBK, Bautista: “La MotoGP? Ci tornerei solo per correre un team ufficiale”

Alvaro supera la prove del nove ad Aragon: “Con la Panigale V4 ora sto facendo vedere a tutti quanti di cosa sono capace”

SBK: Bautista: “La MotoGP? Ci tornerei solo per correre un team ufficiale”

C’è un solo neo nel weekend di Alvaro Bautista ad Aragon. Già, perché l’edizione 2019 del Motorland è stata quella con il minor numero di presenze degli ultimi cinque anni. Avete capito bene! Ci si aspettava infatti qualcosa di più in termini di spettatori, soprattutto visto il dominio dell’idolo locale, che ha fatto 9.

Sinceramente non sapevo questo dato – ha esordito Alvaro – posso comunque dire di essere entusiasta per l’affetto mostrato dalla gente e credo di avergli regalato un bel weekend. Anche per la MotoGP il numero è basso qua al Motorland, mentre a Jerez ci sono molte più persone e credo che sarà la stessa cosa anche per la gara di giugno”.

Alvaro, anche oggi hai dettato legge come era immaginabile.

“Da fuori può sembrare tutto facile, ma invece non lo è. Sono molto contento per il passo avanti compiuto questo fine settimana, ma soprattutto per le sensazioni che ho riscontrato in sella alla Panigale. Come ho detto ieri non mi sto per niente annoiando, semmai divertendo per la guida che ho con questa moto”.

Tra l’altro stamani sei riuscito addirittura ad  essere veloce con basse temperatura, un aspetto che ieri avevi sofferto.

Vero, sono stato in grado di essere da subito veloce, nonostante il forte vento. Nel pomeriggio ho poi sfruttato al meglio l’aumento della temperatura, riuscendo a essere competitivo come volevo”.

Qualcuno sostiene che vince come Spencer, facendo il vuoto al via e arrivando in solitaria.

Non saprei, anche perché sono epoche diverse, dato che lui correva negli anni ’80. Alla fine io cerco di pensare a me stesso e a divertirmi”.

Non credi che dopo i risultati di questi primi tre round la MotoGP ti stia rimpiangendo?

“È difficile da dire e allo stesso tempo facile, dato che ora sto vincendo con un grande margine in Superbike, cosa che in pochi avrebbero pensato. Al momento credo di essere a un buon livello, ma soprattutto in un grande team e su una moto particolarmente competitiva. Con la Panigale V4 ora sto facendo vedere a tutti quanti di cosa sono capace”.

E se dovesse arrivare un’offerta dalla MotoGP durante l’anno?

“Al momento la mia mente è focalizzata solo sulla Superbike, dato che questa rappresenta la priorità. Sono qua per disputare delle belle gare e ottenere importanti risultati. In MotoGP tornerei solo per un team ufficiale”.

Un’ultima battuta: qua ad Aragon c’era anche Checa.

“Esatto. Ci siamo parlati qualche minuto e mi ha fatto i complimenti per le prestazioni, augurandomi il meglio per il Mondiale”.

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti