Tu sei qui

SBK, Il ginocchio tiene in ansia Camier: “Solo quando sarò in sella alla Honda capirò le condizioni”

Leon costretto a stringere i denti dopo l’incidente di Buriram: “Questa pista è molto impegnativa dal punto di vista fisico”

SBK: Il ginocchio tiene in ansia Camier: “Solo quando sarò in sella alla Honda capirò le condizioni”

La tappa di Buriram ha lasciato l’amaro in bocca a Leon Camier. Oltre alle difficoltà incontrate con la Honda, il pilota britannico è stato vittima di uno sfortunato in occasione della Superpole Race, che gli ha negato di scendere in pista per Gara 2. La delusione era grande, dal momento che il rischio per il pilota Honda era quello di sottoporsi a un intervento chirurgico.

Fortunatamente gli esami hanno escluso qualunque tipo di operazione, consentendo al pilota di tirare un sospiro di sollievo: “Fortunatamente dopo l’infortunio in Thailandia è bastato sottopormi ad alcune sedute di fisioterapia, evitando l’intervento  – ha commentato Camier – sono molto felice di correre ad Aragon, dato che per me è una sorta di gara di casa. Credo di aver lavorato bene in queste settimane e sono fiducioso per i progressi”.

Il portacolori Honda evita però di sbilanciarsi: “Al momento ancora non so quali saranno le mie condizioni di salute – ha avvisato il britannico – lo capirò soltanto quando salirò in sella alla moto. Di sicuro il Motorland è una pista particolarmente impegnativa, sia dal punto di vista tecnico che fisico, dato che c’è un lungo rettilineo e presenta inoltre delle staccate molto difficili”.

In casa HRC riflettori poi puntati su Ryuichi Kiyonari: “Non sono mai stato ad Aragon prima d’oggi, però sono molto curioso di capire a che livello sarò su questo tracciato – ha dichiarato il giapponese – ovviamente dovrò cercare di imparare il prima possibile tutti i segreti per essere competitivo”.   

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti