Tu sei qui

CdS: 125cc ed elettriche in autostrada. Siamo vicini, o quasi

Addio tassa di possesso per le storiche, mentre i 130 in autostrada non si toccano. Ecco le proposte

News Prodotto: CdS: 125cc ed elettriche in autostrada. Siamo vicini, o quasi

Le modifiche al Codice della Strada sono sempre più vicine, ed il testo sarà presentato in Aula al Parlamento entro la fine del mese. Tra le modifiche più interessanti, segnaliamo la possibilità di "aprire le porte" ai 125 cc in merito a tangenziali e ad autostrade. L'unico limite, è che alla guida ci sia un maggiorenne. Del resto, l'Unione Europea prevede questa cosa da tempo, solo noi siamo rimasti a questo divieto. In Commissione Trasporti però, si parla di dare l'accesso alle "strade in verde", anche alle elettriche. Anche qui... sarà tutto da definire.

LIMITI DI VELOCITA' - Un altro argomento, è l'innalzamento della velocità a 150 Km/h in alcuni tratti autostradali, proposta caldeggiata dalla Lega, ma bocciata dal M5S, che non ritiene sicura la cosa, a prescindere dalle tre corsie e dall'asfalto drenante. Questi ultimi, anzi, sono più favorevoli al modello francese, e quindi si parlerebbe addirittura di scendere sotto i 130 Km/h.

ABBIGLIAMENTO TECNICO - Anche qui non c'è molta chiarezza. Si parla di obbligo in tema abbigliamento tecnico per i possessori di due ruote. Non è però chiaro se basteranno giacca e guanti, mentre non si è citato l'importantissimo paraschiena. Si discuterà poi la possibilità di guidare contromano nei piccoli centri urbani ed una striscia riservata al semaforo per i ciclisti. Pare che questo, sarà lasciato decidere ai sindaci.

ALTRO - Non mancheranno poi delle agevolazioni per disabili e donne incinte. Si pensa infatti ai parcheggi riservati gratuiti. Altri argomenti interessanti, sono l'abolizione della tassa di possesso per i veicoli storici. C'è da sperarci... Ancora, citiamo l’obbligo di revisione per i rimorchi, e pene più severe per chi circola senza assicurazione. Sul testo della proposta di legge, non manca qualcosa sullo smartphone. Si parla di sospensione della patente da sette a trenta giorni (prima si parlava da due a sei mesi), mentre saliranno le sanzioni amministrative che saranno portate a massimo 1.697 euro. Per i fumatori, sappiate che forse, non ci saranno problemi se terrete la sigaretta tra le mani durante la guida.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti