Tu sei qui

MotoE, Perché bruciano e come spegnere i veicoli elettrici

L'incendio del paddock MotoE a Jerez ripropone i rischi degli incendi elettrici per i quali il motomondiale dovrà attrezzarsi

MotoE: Perché bruciano e come spegnere i veicoli elettrici

L'incendio nel paddock della MotoE, a Jerez, ha riproposto il pericolo del fuoro con questo tipo di mezzi. Estinguere l'incendio di un veicolo elettrico non è come domare quello di un mezzo a benzina.

Nonostante sull'immaginario collettivo prevalga l'infiammabilità del combustibile fossile, in realtà un pacco batterie in fiamme necessita di interventi particolari e di specifici accorgimenti per essere domato.

A dircelo è la stessa Tesla, la principale produttrice di auto elettriche, spesso nell'occhio del ciclone proprio per l'incendio dei suoi veicoli.
Il problema è il cosiddetto "thermal runaway", cioè il fatto che le batterie agli ioni di litio possono, in circostanze del tutto eccezionali, presentare un subitaneo ed inarrestabile incremento della temperatura, in una sorta di reazione a catena che porta alla rottura dell’equilibrio termico del sistema ed alla distruzione completa delle batterie e della vettura.

Sul manuale della Tesla S si legge: "Under normal usage, lithium-ion cells do not evolve gases. Lithium-ion cells will only emit gases if severely abused: for example if severely crushed, heated to more than 150°C for an extended time, or severely overcharged. Tesla batteries include multiple layers of protection to prevent abnormal charging. These protections include electronics to detect and prohibit overcharging, mechanical fuses to isolate cells, and a mechanical charge interrupt device within each cell that permanently disables a cell upon overcharge.”

Questa è la traduzione: "In condizioni d'uso normale, le cellule agli ioni di litio non sviluppano gas. Le cellule agli ioni di litio emettono gas solo se abusate gravemente: ad esempio se gravemente schiacciate, riscaldate a più di 150°C per un periodo prolungato o sovraccaricate. Le batterie Tesla includono diversi strati di protezione per evitare una carica anormale. Queste protezioni includono l'elettronica per rilevare e proibire il sovraccarico, fusibili meccanici per isolare le celle, e un dispositivo di interruzione della carica meccanica all'interno di ogni cella che disabilita permanentemente una cella in caso di sovraccarico".

Ma come si spegne un incendio di un veicolo elettrico?

La prima cosa da considerare è che l'incendio può provocare il rilascio di vapori tossici. Quando una batteria brucia, infatti, si può avere rilascio nell'aria di acido solforico, ossido di carbonio, nickel, litio, rame e cobalto.

Inoltre gli addetti alla sicurezza devono tenere conto che hanno a che fare con mezzi che al loro interno hanno corrente elettrica ad altissima tensione. Circuiti elettrici che possono arrivare anche a 800 Volt, con amperaggi elevati. Insomma: non 'si prende la scossa', si muore folgorati.

Inoltre prima di procedere allo spegnimento le case consigliano di disconnettere l'alimentazione elettrica, e per questo motivo in campo auto le Case costruttrici indicano tutti i componenti ad alta tensione con appositi colori, spesso l'arancione.

L'ultima cosa è che per spegnere un incendio che definiremo elettrico l'acqua non serve. Questa infatti favorisce la decomposizione del litioche da origine ad una combustione più violenta.

Questo è il motivo per cui in California i pompieri hanno l'ordine di circoscrivere l'incendio e lasciare che le fiamme si estinguano da sole. L'acqua, in grandi quantitativi, è poi necessaria per evitare il riaccendersi delle fiamme.

Ma quando i veicoli elettrici prendono fuoco? Ci risponde la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), un’agenzia federale statunitense che ha condotto uno studio sul rischio incendio. Le principali cause sono:

1) urti meccanici;

2) problemi elettrici (cortocircuito, sovraccarica, eccessiva scarica);

3) problemi termici (eccessivo riscaldamento dovuto a cause interne oppure a cause esterne).

Fra questi, il pericolo connesso a forti urti meccanici è di gran lunga il maggiore. Il fatto che le Moto E raggiungano velocità elevate e siano piuttosto pesanti non è tranquillizzante. Se i fuoripista di un'auto, tranne in rari casi di collisioni multiple, non creano molti danni, abbiamo tutti presente come si riduce una moto dopo una highside.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti