Tu sei qui

MotoE, Jürgen Lingg (Dynavolt): c'erano problemi per ricaricare la batterie

"I tecnici ieri hanno avuto problemi a caricare le moto. Hanno pensato di spostarle dalla tenda ai box. Poi ci hanno rassicurato dicendo che sarebbero stati lì tutta la notte"

MotoE: Jürgen Lingg (Dynavolt): c'erano problemi per ricaricare la batterie

Come unica squadra tedesca, il team Dynavolt Intact GP di Memmingen era in pista a Jerez con lo svizzero Jesko Raffin che avrebbe dovuto prendere parte al campionato FIM Enel MotoE World Cup, la cui apertura era prevista proprio sulla pista andalusa il 5 maggio prossimo.

Il team principal Jürgen Lingg non riusciva a credere ai suoi occhi quando al mattino si è diretto verso la tenda della MotoE, dove si trovavano i box di tutte le squadre.

"Non ho idea di come e perché sia scoppiato l'incendio - ha dichiarato a Speedweek I tecnici Energica ieri hanno avuto problemi a caricare le moto"  (* In seguito alle dichiarazioni di Jürgen Lingg rilasciate a Speedweek, Energica ha sottolineato come le accuse siano del tutto infondate perché non è l'azienda ad occuparsi del processo di ricarica delle batterie ndr) .

"Hanno anche pensato di portarle da questa nuova tenda ai soliti box dell'edificio principale. Ma la sera ci hanno spiegato che avrebbero fatto in modo che ci fosse abbastanza elettricità. Siamo usciti dalla pista ieri alle 20.30 circa. In quel momento le batterie delle moto non erano ancora cariche. I tecnici ci avevano riassicurato dicendoci che sarebbero rimasti tutta la notte per caricare una batteria alla volta. Non so dire esattamente cosa sia successo. Sospetto che sia scoppiato l'incendio, caricando le batterie. Poi una moto ha iniziato a bruciare. Ma questa è solo una supposizione personale. Non abbiamo ancora nessuna informazione, niente di niente. La polizia è qui, tutto è sigillato. Stanno indagando su tutto". *

In ogni caso, tutto il materiale per la FIM Enel MotoE World Cup, è stato distrutto dall'incendio.

"Anche l'attrezzatura completa è bruciata. Tutti i nostri strumenti e così via erano lì dentro. Oggi non abbiamo più niente da caricare nella nostra roulotte", ha concluso Lingg. Il team manager stima il danno per la squadra Intact a circa 50.000 euro.

Le moto da 260 kg, invece, non sono di proprietà dei team, ma sono fornite gratuitamente da Energica e Dorna. Il calendario originario, che sarà probabilmente rivisto (leggi QUI), prevedeva 5 tappe su tracciati europei. Fanno parte del calendario anche lo Spielberg in Austria e il Sachsenring in Germania.

Energica non può in nessun caso ricostruire 18 nuovi prototipi da competizione o le due moto sostitutive previste fino al previsto inizio della stagione il 5 maggio.

"Non ho idea di cosa ci riserva il futuro. Qui tutto è "top secret". La polizia sta indagando. Oggi torniamo a casa perché tutto quello che possiamo fare è starcene in piedi. Ho cambiato la prenotazione del mio volo..."

Il calore generato durante la ricarica delle batterie da 100 kg delle moto Energica è sempre stato un problema, anche ad una temperatura esterna di 20 gradi si sono spesso visti enormi ventilatori accanto alle moto.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti