Tu sei qui

Moto2, Baldassarri 10 e lode, regola in volata Luthi e vince in Qatar

Sul podio anche Schrotter. Marini 8° davanti a Bastianini, il migliore tra i debuttanti. 11° Di Giannantonio, 13° Locatelli, a terra Bulega

Moto2: Baldassarri 10 e lode, regola in volata Luthi e vince in Qatar

L’aveva assaggiata un anno fa la vittoria Lorenzo Baldassarri, ma questa volta non se le fatta scappare. La prima gara della stagione della Moto2 non ha deluso le aspettative regalando sorpassi, emozioni ed un arrivo quasi al fotofinish.

Il re del Qatar è come detto Lorenzo Baldassarri, che ha preso la testa della gara dopo pochi giri salvo poi non lasciarla più, imponendo un passo regolare e facendosi trovare pronto nel duello finale. Un inizio da sogno per il 7, che si candida senza mezzi termini per il titolo. “Per tutta la gara ho cercato il ritmo e guardavo chi era dietro -racconta - anche se non capivo al meglio i segnali del box. Luthi alla fine era molto veloce e lo sentivo avvicinarsi, all’ultimo giro ho cercato di chiudere ogni varco in ogni curva senza rischiare troppo, e ci sono riuscito. Devo davvero ringraziare tutto il team per il lavoro svolto”.

A contendere la vittoria fino al traguardo a Baldassarri è stato Tom Luthi, che ha festeggiato il ritorno in Moto2 con una grande rimonta culminata con un’ottima seconda piazza, a pochi millesimi dal successo. “Sono felice di essere sul podio, ma deluso per non aver vinto. Ho perso troppo all’inizio, dopo ho capito di essere veloce ed a posto quindi ringrazio il team per lavoro, è un podio meritato come quello di Schrotter, è una grande giornata per il team”.

Terza piazza per Marcel Schrotter, che dopo aver mostrato un grande passo durante le prove non ha trovato lo smalto giusto per giocarsi la vittoria sino alla fine. “Non è andata proprio come speravo. La partenza non è stata ottimale e per il futuro dovremo sistemare il launch control: ho spinto al massimo giro dopo giro ma ho faticato a superare vierge, alla fine ero vicino a Baldassarri ma non sono riuscito a raggiungerlo definitivamente. Sono contento per il podio, ma dobbiamo lavorare meglio”.

Quarto per pochi millesimi Remy Gardner, mentre il compagno di squadra di Baldassarri Augusto Fernandez porta a casa una positiva quinta posizione davanti a Lowes, Marquez e Marini: debutto deludente per il pilota del team Sky, che non è mai riuscito ad essere parte integrante della lotta per il podio. Peggio è andata al suo compagno (al debutto) Nicolò Bulega, che alla prima curva del primo giro ha steso Iker Lecuona finendo anch’egli a terra.

Tornando alla classifica, grande giornata per Enea Bastianini: il riminese ha chiuso la sua gara di debutto in categoria in nona piazza, risultando il migliore tra i rookie e mettendosi alle spalle piloti come Vierge e Binder. Ottima gara anche per Fabio Di Giannantonio, anch’egli al debutto con la Speed Up, che porta a casa l’11° piazza.

In zona punti anche l’altro pilota del team Italtrans Andrea Locatelli, mentre gli altri azzurri devono leccarsi le ferite. Simone Corsi e Stefano Manzi hanno chiuso fuori dai punti così come Marco Bezzecchi, giunto al traguardo dopo una caduta nelle prime fasi di gara.

LA CRONACA

Allo start scatta al meglio Vierge che si porta davanti a Schrotter e Baldassarri. Quarto Gardner davanti a Binder, Marquez e Lowes. Contatto alla prima curva con Bulega che centra Lecuona portandolo con sé a terra, Navarro cade nello stesso frangente da solo. Nel corso del giro si prende la seconda piazza dopo poche curve e segue lo spagnolo un un primo tentativo di fuga, mentre Bezzecchi cade alla sei per poi ripartire.

Meno 18 giri alla fine. Nagashima cade alla uno. A comandare la gara ora è Baldassarri seguito da Vierge, Schrotter, Gardner, Binder, Lowes e Marquez. Ottavo Marini che sta cercando di ricucire il divario dalla vetta, 12° Locatelli davanti a Bastianini. 15° Corsi davanti a Di Giannantonio, 18° Manzi.

15 giri alla fine.  Baldassarri guida il gruppo di testa formato da Vierge, Schrotter e Binder. il secondo gruppo ha qualche decimo di ritardo ed è formato dalla coppia Marquez – Binder. 8° Marini ancora alla ricerca del contatto con Lowes che lo precede, 11° Bastianini, 13° Locatelli, 15° Di Giannantonio.

13 giri alla bandiera a scacchi. Lorenzo Baldassarri sta cercando di fuggire ed ha ora otto decimi su Schrotter, ora secondo seguito da Gardner, Marquez e Vierge. A pochi decimi dallo spagnolo Binder, Lowes, Marini, Luthi e Fernandez. 11° Bastianini davanti a Locatelli, 15° Di Giannantonio davanti a Corsi, 20° Manzi.

Meno dieci alla conclusione. Baldassarri ha solo tre decimi su Schrotter e Gardnder, ma il pericolo è ora Tom Luthi che segna il giro più veloce in quinta posizione (dietro a Marquez) e pare poter arrivare sui primi. Sesto da solo Fernandez, segue un gruppo formato da Marini, Lowes, Vierge e Binder. 11° Bastianini davanti a Locatelli, 14° Di Giannantonio davanti a Corsi.

Sette giri alla fine. Continua il braccio di ferro tra Baldassarri e gli inseguitori. L’azzurro ora ha ora sei decimi su Schrotter, Gardner e Luthi, che li ha appena raggiunti facendo segnare grandi tempi. 5° Fernandez davanti a Marquez, Lowes, Marini, Vierge e Binder. 11° Bastianini davanti a Locatelli e Di Giannantonio.

Meno cinque. Baldassarri ancora davanti con mezzo secondo su Schotter, che deve ora guardarsi dal velocissimo Luthi. Quarto staccato Gardner seguito da Fernandez poi Lowes, Marquez, Marini, Binder e Vierge. Sempre 11° Bastianini con tre secondi su Di Giannantonio e Locatelli, Martin ultimo pilota nei punti.

Tre giri alla bandiera a scacchi. Luthi ha passato Schrotter e punta ora su Baldassarri, ci sono otto decimi tra i due ma il duello è assolutamente aperto. Terzo Schrotter seguito da Gardner, mentre quinto in solitudine è Fernandez. Sesto Lowes poi Marquez, Marini e Bastianini, che sta facendo una gara incredibile al debutto. 12° Di Giannantonio davanti a Locatelli.

Ultimo giro! Balda passa sul traguardo con Luthi attaccato, ultimo giro da vivere. Gardner passa Schrotter nel frattempo per il podio. Luthi cerca l’attacco più volte, ma sul traguardo vince Baldassarri per pochi millesimi, che finale! Schrotter regola Gardner ed è terzo, quinto Fernandez davanti a Lowes, Marquez, Marini e Bastianini. 11° Di Giannantonio, 13° Locatelli, fuori dai punti gli altri azzurri.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti