Tu sei qui

Moto3, Test Qatar: tripletta italiana con Arbolino, Fenati e Dalla Porta

La coppia dello Snipers davanti a Lorenzo al termine della prima giornata di test. In Moto2 Binder il più veloce su Lowes, mentre Marini è 9° e Bulega 11° 

Moto3: Test Qatar: tripletta italiana con Arbolino, Fenati e Dalla Porta

Al termine della prima giornata di test Moto3 in Qatar è il duo dello Snipers Racing a confermarsi in testa alla classifica, con il podio virtuale completato da Lorenzo Dalla Porta. Una doppietta, quella segnata da Tony Arbolino e Romano Fenati, che sembra un segnale più che incoraggiante in vista del primo round del mondiale che si correrà a Losail il 10 marzo.

La coppia aveva chiuso davanti a tutti anche la prima parte della giornata ma a posizioni invertite. Nella terza sessione hanno limato ulteriormente i riferimenti cronometrici con Arbolino che ha fermato le lancette in 2'07.753, mentre il suo compagno di squadra Fenati è appena un decimo più indietro. Ha chiuso invece con il crono di 2'08.282 Lorenzo Dalla Porta, che dopo l'ottimo test di Jerez ha iniziato anche a Losail con il piede giusto, chiudendo oggi davanti al suo compagno Ramirez. Tre italiani davanti a tutti possono rappresentare un gustoso antipasto per i tifosi italiani in vista dell'apertura ufficiale delle ostilità, con il titolo nella classe cadetta che manca ormai da troppo tempo in Italia.

Oltre alla tripletta degli italiani, condita dall'ottimo Niccolo Antonelli oggi sesto, si deve registrare anche un vero dominio Honda in questa giornata di test, con ben otto moto HRC davanti a tutti. La prima KTM è quella di Kazuki Masaki, solo nono e con un distacco di oltre un secondo dal riferimento di Arbolino.

Un altro dato che ci fa piacere sottolineare è la presenza di tre piloti giapponesi nella top ten odierna, con Toba 5°, Ogura 7° e Masaki, appunto, 9°. Forse sono lontani i tempi in cui la 125 GP era un vero terreno di caccia per i piloti giapponesi, ma fa piacere vedere che la scuola nipponica stia ritrovando linfa vitale.

Non è andata male neanche ad Aaron Canet, pupillo di Max Biaggi in sella alla seconda KTM in classifica grazie al 12° tempo. Dopo Antonelli in sesta posizione, si deve scorrere la classifica fino al diciannovesimo posto per trovare un altro italiano, con Dennis Foggia che resta per poco nei venti, accusando un distacco di quasi due secondi da Arbolino. Ventiduesimo Migno, mentre ha chiuso due posizioni più dietro Celestino Vietti. Ultimo italiano in classifica Ricardo Rossi, ventisettesimo oggi davanti al turco Can Oncu, ancora in difficoltà in sella alla KTM del Team Ajo. 

CLASSIFICA TEST MOTO3 DAY 1

MOTO2 - BRAD BINDER CONDUCE LE DANZE, GLI ITALIANI NON GRAFFIANO

Gli occhi erano tutti puntati su Luca Marini, ma in questa prima giornata di test Moto2 a Losail ci ha pensato Brad Binder a lasciare il segno. Il sudafricano della KTM aveva già fatto la voce a Jerez, ed oggi non ha fatto altro che confermare di voler essere lui l'uomo da battere succedendo a Pecco Bagnaia sul trono della middle class.

Binder ha fermato il cronometro in 1'59.776, unico pilota a scendere sotto il muro dei due minuti. Il record di Jonas Folger, segnato nel 2016,  è ancora lontano di circa sette decimi ma oggi le condizioni meteo non erano perfette ed è probabile che durante il weekend del Gran Premio anche questo record crolli sotto i colpi delle nuove Moto2, grazie alla potenza del motore Triumph e grazie ad un'elettronica decisamente più affilata.

BRAD BINDER - KTM TEST QATAR

Secondo alle spalle del pilota KTM ha chiuso Sam Lowes, ancora una volta molto veloce sulla Kalex del team Gresini. Il britannico ha incassato quasi mezzo secondo da Binder, ma ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei piloti più veloci in pista alla vigilia dello start del campionato 2019. Terzo Lecuona, davanti a Navarro e Marquez.

Si deve scendere fino al nono posto per trovare il primo degli italiani, ovvero Luca Marini. Il pilota dello SKY VR46 non ha brillato in questa prima giornata, ma non è di certo questo debutto non sfavillante a Losail a scoraggiarlo. Luca ha già dimostrato ampiamente di avere ottime sensazioni in sella alla nuova moto, e probabilmente oggi ha preferito lavorare sull'assetto in vista della gara più che cercare la prestazione ad effetto. Ha chiuso appena fuori dalla top ten il suo compagno di squadra Nicolo Bulega, Rookie della categoria e già in grado di girare sui riferimenti del più esperto compagno di squadra.

Quindicesima piazza per un altro Rookie, ovvero Fabio Di Giannantonio, mentre il veterano Simone Corsi è il primo di un terzetto di italiani che occupa le posizioni dalla diciottesima alla ventesima, con appunto Corsi a precedere Bastianini e Baldassarri. Si deve scendere ancora per trovare Locatelli, che precede Stefano Manzi in sella alla prima MV Agusta in classifica. Il debutto della Casa varesina in collaborazione con Forward nel mondiale non è ovviamente stato finora costellato da risultati eclatanti nei test, ma questo non fa altro che testimoniare quanto sia elevato il livello del campionato in questo momento. La strada da percorrere è ancora probabilmente tanta, ma siamo certi che le buone prestazioni presto arriveranno.

Manzi ha chiuso davanti all'ultimo italiano in classifica, ovvero Marco Bezzecchi. Il rider dell'Academy non riesce ancora a trovare la quadra in sella alla moto austriaca e può consolarsi solo con il fatto che anche il suo compagno Philipp Oettl non sta vivendo un debutto facile nella categoria, avendo incassato oggi oltre tre secondi dalla vetta.

CLASSIFICA TEST MOTO2 DAY 1
Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti