Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: “Sorpreso dalla Ducati, siamo sulla giusta strada”

Miller: “La prima giornata è stata positiva, ma devo ritrovare le sensazioni dei test di fine anno con l’assetto”

MotoGP: Bagnaia: “Sorpreso dalla Ducati, siamo sulla giusta strada”

Era la prima volta a Sepang con una MotoGP e di conseguenza non mancava la curiosità per vedere all’opera Francesco Bagnaia. Il pilota Pramac ha archiviato il giovedì con il quindicesimo crono, incassando un secondo dalla vetta.

Stamani sono stato sorpreso, dato che da subito mi sono trovato bene con la moto – ha esordito il piemontese – sono infatti riuscito ad avere un bel passo e a girare forte, tanto da arrivare sul 2’00”6, nonostante un errore all’ultima curva del giro seguente dopo dove ero due decimi più veloce”.

Dal volto di Pecco trapela quindi fiducia.

Essere a un solo secondo dal primo, su una pista lunga e difficile come quella di Sepang e con un caldo del genere, è senza dubbio importante, infatti siamo soddisfatti  - ha aggiunto - purtroppo non ho trovato fiducia con la ruota nuova posteriore, facendo addirittura peggio del mattino, dato che mi mancavano le sensazioni che cercavo. Giovedì riprenderemo quindi il lavoro per cercare una nuova via e chiudere il cerchio sotto quell’aspetto”.

Bagnaia traccia poi un primo bilancio con la Ducati.

“Ovviamente devo migliorare la staccata, dato che perdo ancora troppo tempo. Per il resto ci sono alcuni punti dove posso migliorare, mentre altri dove guadagno rispetto alle altre Ducati. Direi che siamo sulla giusta strada”.

Dall’altra parte del box Jack Miller rimane fuori dalla top ten per 70 millesimi. La sua Ducati è infatti scalzata dalla KTM di Pol Espargarò.

Tornare in pista dopo l’inverno non ha nulla a che vedere con l’allenamento – ha dichiarato l’australiano - le sensazioni sono buone, anche se ho avuto un problema con la seconda moto, dopo che con la prima ho rimediato una piccola caduta”.

Miller entra poi nel dettaglio.

Ci siamo concentrati in particolare sull’assetto – ha commentato Jack – nei test di fine stagione avevo delle sensazioni diverse rispetto a ora e quindi voglio ritrovarle anche qua. Capita infatti che si arrivi a novembre pensando di avere l’assetto migliore e poi non è cosi una volta che andiamo in Malesia. Tra l’altro abbiamo provato diverse cose quest’oggi e sono positivo. La settimana è ancora lunga e ci attende molto lavoro”.

Non manca infine una battuta riguarda l'impegno della Casa ufficiale rivolto al team satellite.

“Ovviamente è bello lavorare con il sostegno del team factory – ha concluso – già nella scorsa stagione ci sono stati vicini, noi abbiamo apprezzato i loro consigli e loro i nostri commenti. Credo sia un buon metodo di lavoro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti