Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa: "per Honda sono troppo piccolo per fare il tester"

Dani ha spiegato i motivi del suo passaggio a KTM: "Nomura considere Bradl più adatto di me. Puig? Non entro in polemiche sterili"

MotoGP: Pedrosa: "per Honda sono troppo piccolo per fare il tester"

La fine del rapporto tra Dani Pedrosa e la Honda si arricchisce col tempo di nuovi particolari e, sinceramente, nessuno fa onore alla Casa giapponese. Se il mese scorso era stato Alberto Puig a pronunciarsi sul suo ex piloti in termini per nulla lusinghieri, oggi è Dani a rivelare, sulle pagine di Marca, perché abbia deciso di passare in KTM come collaudatore.

Il ventennale rapporto con la HRC sembrava la garanzia per vedere Pedrosa nei panni di tester con gli stessi colori, invece lo spagnolo metterà la sua esperienza a servizio dei rivali austriaci.

Ancora una volta sono stati i vertici di Honda a spingere Dani altrove.

KTM mi ha offerto un buon progetto e tutta la sua fiducia, mentre il presidente di HRC, Yoshishige Nomura, mi disse che non credeva che con il mio fisico sarei andato nella direzione richiesta da Marquez e Lorenzo, che sono più grandi di me - ha spiegato Pedrosa - Considerava Stefan Bradl più adatto per quel ruolo”.

Il fatto che il pilota di Sabadell nel corso degli anni si sia sempre occupato dello sviluppo della moto pur avendo compagni di squadra fisicamente più grandi (da Hayden a Stoner, passando di Dovizioso) non è quindi sembrato al boss di HRC un curriculum sufficiente. Per quanto questa considerazione possa sembrare molto strana, anche perché sono sempre stati i suoi rivali (compreso Marquez) a elogiare Dani per la sua sensibilità nel capire la moto.

Per quando riguarda l’attacco ricevuto dal suo ex manager Puig, Pedrosa ha risposto con eleganza: “Alberto ha giocato un ruolo importantissimo nella mia carriera sportiva, tutto il mondo lo sa e non l’ho mai nascosto. Però, dopo i recenti eventi, è un capitolo chiuso e non c’è nessun bisogno di entrare in polemiche sterili”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti