Tu sei qui

MotoGP, Bandiere rosse e ripartenze: ecco cosa cambia

La Grand Prix Commission ha messo mano al regolamento per chiarire alcuni punti sull'interruzione e la ripresa delle gare

MotoGP: Bandiere rosse e ripartenze: ecco cosa cambia

La Gran Prix Commission si è riunita martedì scorso per chiarire e modificare alcuni punti del regolamento per quanto riguarda l’interruzione di una gara con la bandiera rossa e le eventuali ripartenze.

Si tratta di norme molto tecniche e precise, ma fondamentali per potere stilare al meglio la classifica di una gara.

BANDIERA ROSSA E CLASSIFICA - Innanzitutto le bandiere rosse, che determinano l’interruzione di una gara, dovranno essere esposte sia sulla linea di partenza sia in tutte le postazioni dei commissari di gara, inoltre dovranno anche essere accese le luci rosse piazzate ai bordi del circuito. A questo segnale i piloti dovranno immediatamente rallentare e tornare ai box. In questo caso la classifica verrà stilata rifacendosi a quella dell’ultimo giro completato senza che fosse esposta la bandiera rossa.

Cosa a accade però se la gara viene interrotta dopo che alcuni piloti sono passati sotto la bandiera a scacchi e altri no?

In questo caso, una parte della classifica (per i piloti che hanno tagliato il traguardo) viene stilata sulla base delle posizioni all’ultimo giro, una seconda parte sulle posizioni al penultimo giro (per i piloti che nonhanno tagliato il traguardo).

Se però tutti i piloti hanno completato lo stesso giro prima dell’esposizione della bandiera rossa, ma c’è un pilota in pit lane, allora la classifica sarà stilata sulle posizioni all’ultimo settore completato da tutti i piloti.

Logicamente, tutti i piloti caduti o ritiratisi non verranno classificati.

Inoltre, i piloti avranno 5 minuti di tempo dall’esposizione della bandiera rossa per rientrare in pit lane o verranno squalificati.

RIPARTENZE - Il regolamento prevede ripartenze multiple in MotoGP, ma nel caso non si possa ripartire per qualsiasi motivo, la classifica finale verrà basata sulle posizioni al termine dell’ultima sessione di gara, a condizione che si siano percorsi almeno 5 giri.

In caso di ripartenza, lo schieramento di partenza è basato sulla classifica della sessione di gara precedente. I piloti doppiati di un giro potranno comunque ripartire dalla pit lane, se i giri sono due o più non potranno ripartire.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti