Tu sei qui

SBK, Melandri e Bautista alla prova del fuoco nei test di Jerez

Lo spagnolo debutterà in sella alla Ducati V4, mentre per il ravennate prima presa di contatto con la R1 del team GRT

SBK: Melandri e Bautista alla prova del fuoco nei test di Jerez

I test di due settimane fa ci hanno fatto venire l’acquolina in bocca e adesso non resta che prepararci per la grande abbuffata. Già, perché nella giornata di lunedì e martedì la Superbike tornerà nuovamente in pista a Jerez per il secondo appuntamento in ottica 2019. Sarà l’ennesima occasione per assistere al confronto ravvicinato tra la Kawasaki e la Ducati. In sella alla ZX-10R vedremo all’opera la new entry Leon Haslam, al fianco di Johnny Rea, quest’ultimo il più veloce di tutti quindici giorni fa sul tracciato di Aragon, grazie al crono di 1’49”668.

Se il Cannibale sembra aver già trovato la giusta rotta da seguire, Chaz Davies e la sua V4 si stanno conoscendo a vicenda con l’obiettivo di arrivare pronti all’appuntamento di fine febbraio a Phillip Island. Per l’occasione il gallese troverà al proprio fianco anche Alvaro Bautista, finalmente in sella alla Rossa dopo l’appuntamento conclusivo dello scorso weekend a Valencia con il Motomondiale.

Sarà interessante capire quello che sarà il livello dello spagnolo, chiamato a raccogliere nel prossimo Campionato il testimone lasciato da Marco Melandri. In sella alla V4 non mancherà poi Michael Ruben Rinaldi, già in azione nella prima uscita del Motorland. Il team Barni ha scommesso sul romagnolo e adesso toccherà al campione 2017 della Stock ripagare la fiducia in una delle avventure più stimolanti e impegnative di sempre.

Chi nei test di dieci giorni fa ha provato a tenere il passo di Rea è stata la Yamaha di Alex Lowes, protagonista del secondo crono, nonostante il secondo di ritardo dal Cannibale. La R1 del britannico sarà ai blocchi di partenza insieme a quella del compagno Michael van der Mark. Non è finita qua, dal momento che ne vedremo altre due in azione tra lunedì e martedì sul tracciato andaluso. Stiamo parlando di quelle che porterà in pista il team GRT, affidandole a Sandro Cortese e Marco Melandri. Il tedesco sbarca nella classe regina dopo il trionfo nella SuperSport, mentre il ravennate è riuscito a prendere all’ultimo questo inaspettato treno.

Conclusa l’avventura con Aruba, le speranze di vedere il 33 di nuovo impegnato in Superbike sembravano essere ridotte all’osso, invece ad inizio novembre ecco saltare fuori la sella con GRT, complice soprattutto l’addio di Lucas Mahias. Un’occasione presa al volo da Melandri, che ha deciso quindi di declinare l’offerta legata al MotoAmerica rimanendo nel Circus.

Una cosa sembra quindi certa: tra addii e cambi di casacca la parola d’ordine del 2019 sembra proprio essere novità. Se da una parte abbiamo visto Aprilia ed MV Agusta ammainare le vele, altre strutture hanno cambiato radicalmente i propri progetti. È il caso di SMR, che in Spagna porterà al debutto la nuovissima BMW  S1000RR. Cavalcare l’ultima novità della casa tedesca toccherà ad una coppia inedita, ovvero Tom Sykes e Markus Reiterberger. Da una parte il britannico, affamato di rivincita dopo le amarezze delle ultime stagioni con Kawasaki, dall’altra il pilota tedesco, di nuovo nella classe regina dopo la vittoria del titolo nella Stock1000.

Rimanendo poi in tema di novità, ci toccherà aspettare gennaio per vedere all’opera la Honda di Leon Camier e Ryūichi Kiyonari, senza dimenticarsi della new entry Alessandro Delbianco. C’è tanta attesa verso la Fireblade SP2, che nel prossimo Campionato potrà contare sul rientro di HRC. La divisione corse della Casa giapponese ha infatti deciso di tornare nel Mondiale Superbike appoggiandosi a Moriwaki e al team Althea di Genesia Bevilacqua, in seguito alla sua rottura con BMW. Tornando in ottica Jerez, vietato infine scordarsi di Puccetti con la talentuoso Toprak Razgatlioglu, il quale ha addirittura assaporato il podio nell’ultima stagione.

La due giorni di Jerez ci proietta quindi nel 2019, quando a fine febbraio scatterà il Mondiale a Phillip Island. Insomma, il futuro è già ora!

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti