Tu sei qui

MotoGP, Zarco: “La qualifica? È stata terribile, ho avuto paura”

Johann: “Quando ho visto le gocce d’acqua mi sono spaventato. Il favorito per la gara? Per me resta Marquez”

MotoGP: Zarco: “La qualifica? È stata terribile, ho avuto paura”

Domenica Marc Marquez dovrà fare i conti non con una, ma con ben due Yamaha. Alla partenza lo spagnolo si ritroverà al proprio fianco Maverick Vinales, mentre a completare la prima fila anche la M1 di Johann Zarco.  

Nonostante il mezzo secondo di distacco, il francese è riuscito a precedere Andrea Iannone, costretto ad accontentarsi del quarto posto.

“Queste qualifiche sono state troppo stressanti – ha esordito il francese - a due minuti dal via è iniziato a piovere e io avevo le slick. Mi sono domandato: che faccio, spingo o no? È stato terribile, ho infatti avuto paura, dato che le gocce di pioggia mi hanno spaventato”.

Nonostante l’inconveniente, Johann è riuscito a rivelarsi competitivo.

Ho cercato di spingere, ma allo stesso tempo di controllare il più possibile la situazione, dato che il primo settore era bagnato e gli altri asciutti. Sono quindi entusiasta della mia prestazione”.

La mente adesso è rivolta alla gara.

“Penso di avere una bella occasione per essere sul podio – ha avvisato - purtroppo il passo gara non me lo consente ancora. Di sicuro la prestazione in qualifica si è rivelata incoraggiante e spero quindi di confermare le stesse sensazioni, provando a portare a casa qualche punto per la classifica degli indipendenti, vista l’assenza di Cal”.

 Non manca poi un pronostico di Johann riguardo la gara di domani e la battaglia per il titolo Moto3.

Marc per me resta il favorito – ha sottolineato – Iannone è molto veloce, ma sono convinto che se proverà a scappare Marquez lo seguirà. Un pronostico sulla Moto3? Martin e Bezzecchi sono due piloti diversi con alti e bassi. Secondo me Jorge è più veloce, però Marco si è rivelato molto intelligente nel gestire. Non ho abbastanza soldi e non potrei scommettere su uno dei due”.

L’ultima battuta riguarda il cambio d’orario di cui si è discusso ieri in Safety Commission riguardo il GP d’Australia del 2019.

Personalmente il programma va bene – ha concluso Zarco – anche se speravo di trovare un clima migliore. Più che altro avrei preferito fosse anticipata nel calendario la gara di Phillip Island”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti