Tu sei qui

MotoGP, Michelin: Phillip Island non si può prendere alla leggera

In Australia anche le gomme anteriori saranno asimmetriche. Taramasso: "gli pneumatici sono stressati come non si vede nelle altre piste"

MotoGP: Michelin: Phillip Island non si può prendere alla leggera

Phillip Island è una pista che i piloti o amano oppure odiano, per i gommisti invece rappresenta una grande sfida. Michelin sa bene che sui 4.448 metri del circuito australiano non sono permessi errori. Questo GP è un test estremo per gli pneumatici, che devo fare fronte a curve veloci, soprattutto l’ultima in cui le gomme raggiungo la più altra temperatura di tutta la stagione.

Per il GP di Phillip Island i piloti disporranno di pneumatici non solo posteriori ma anche anteriori asimmetrici, come accade anche al Sachsenring e a Valencia. Tre mescole disponibili (soffice, media e dura) con il lato sinistro più duro per reggere lo stress delle curve veloci, mentre il destro è più morbido per scaldarsi velocemente.

In caso di pioggia, le gomme rain anteriori hanno una costruzione simmetrica, mentre le posteriori sono simmetriche, tutte disponibili in mescola morbida e media.



Phillip Island ha un significato speciale per Michelin, perché è una delle gare di cui siamo sponsor principale ed è come se fosse la ‘nostra’ gara - spiega il responsabile Piero Taramasso - È una delle piste che pone più sfide della stagione, mette sotto stress le gomme come non si vede da altre parti. Gli pneumatici devono fare i conti con velocità molto alte, un disegno del circuito asimmetrico e alcune curve velocissime, perciò devo comportarsi bene sotto tutti questi aspetti. Inoltre devono scaldarsi rapidamente perché le temperature posso essere molto basse, come abbiamo visto gli scorsi anni”.

Questa è un pista che merita sempre molto rispetto e una di quelle in cui non puoi prendere alla leggera, per questo abbia preparato delle gomme particolari per Phillip Island - continua - Per noi è importante fare il massimo in questo GP e lo faremo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti