Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: “La caduta non mi ha fermato, lotterò con i primi quindici”

Per Franco sfuma il sogno della Q1: “Sono entrato forte in curva dodici e la moto mi è subito partita, senza nemmeno riuscire a controllarla”

MotoGP: Morbidelli: “La caduta non mi ha fermato, lotterò con i primi quindici”


Questa volta ci è mancato davvero poco per vedere Franco Morbidelli in Q2. Già, perché nell’ultimo tentativo disponibile della prima qualifica, il pilota del team Marc VDS aveva acceso due caschi rossi, poi la caduta alla curva 12 che ha mandato in fumo le sue ambizioni. Franco non vuole però arrendersi ed è pronto a dare battaglia in vista della gara.

“Fortunatamente sto bene – ha rassicurato il romano di Tavullia - purtroppo perdiamo tanto in accelerazione per qualche strano motivo, soprattutto in FP4. In qualifica ho deciso di utilizzare la gomma dura per frenare forte – ha aggiunto - funziona, il problema è che ha meno grip. Infatti alla curva 12 sono entrato forte, la moto mi è partita presto e non sono riuscito a controllarla”.

L’attenzione di Morbidelli si concentra proprio sugli pneumatici.

“La gomma dura mi consente di avere una grossa mano in frenata, dato che offre un buon sostegno – ha analizzato – per domenica resta il ballottaggio tra soft e media, poi vedremo quale scegliere”.

Nonostante la caduta, Franco non vuole arrendersi.

“Oggi dal punto di vista della velocità eravamo messi bene – ha ricordato - sul passo serve però compiere un passo avanti per riuscire ad arrivare a fare punti”.

Gli indizi sembrano però esserci.

“La nostra lotta per rimanere tra i primi quindici potrebbe esserci anche domani – ha avvisato- sono riuscito a fare un giro in 1’45”9 e sinceramente pensavo di essere più indietro”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti