Tu sei qui

SBK, Rea: "A Magny-Cours correrò senza fare calcoli"

Il Cannibale vuole centrare il titolo con una vittoria in terra francese, Sykes: "Spero che il fisico non mi tradisca come a Portimao"

SBK: Rea: "A Magny-Cours correrò senza fare calcoli"

Ancora 34 punti, poi Johnny Rea potrà finalmente festeggiare il quarto titolo iridato. A Magny-Cours il pilota nordirlandese ha la prima grande occasione per fare centro. Gli basterà infatti conquistare Gara 1 per poi accontentarsi di un settimo posto oppure finire entrambe le gare sul podio. L’alfiere Kawasaki preferisce però non fare calcoli, anche perché nella sua mente le idee sono ben chiare: “Scenderò in pista con l’obiettivo di vincere – ha avvisato – non ho l’interesse di accontentarmi o fare i conti per raggiungere l’aritmetica”.

Il Cannibale è quindi fiducioso di chiudere da subito i giochi: “Nelle ultime gare la Kawasaki è sempre stata competitiva e questo è un aspetto importante – ha aggiunto – la pista di Magny-Cours mi piace molto, inoltre conservo ricordi davvero speciali. A quanto pare il meteo non dovrebbe essere un’incognita, di conseguenza faremo potremo sfruttare tutto il potenziale della nostra ZX-10RR".

Dall’altra parte del box i riflettori saranno tutti puntati su Tom Sykes. Per il 66, la gara di Magny-Cours sarà l’ultima nel Vecchio Continente in sella alla Kawasaki:  “Sono pronto e spero che le mie condizioni fisiche siamo migliori rispetto all’ultima gara di Portimao – ha dichiarato Tom – vorrei ottenere un risultato importante qua in Francia, dato che gli ultimi round sono abbastanza complicati”.

Tom sogna quindi di tornare a recitare una parte da protagonista: “La pista è molto grande e di conseguenza non mancheranno i sorpassi – ha concluso – ci sono infatti staccate importanti dove poter fare la differenza”.  

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti