Tu sei qui

MotoGP, Cambia il regolamento: mai più un 'caso' Ponsson

Una Commissione Selezionatrice esaminerà le candidature di tutti i piloti, decidendo chi potrà o meno partecipare ai Gran Premi

MotoGP: Cambia il regolamento: mai più un 'caso' Ponsson

Dopo che il ‘caso’ Ponsson aveva sollevato un coro di reazioni da parte dei piloti della MotoGP a Misano, in un comunicato di oggi è stata ufficializzata una posizione ben precisa da parte di FIM, Dorna e IRTA sull’argomento.

Secondo quanto deciso in una riunione del 21 settembre, cambierà molto il sistema secondo cui una squadra potrà portare in pista un pilota in sostituzione di un titolare indisponibile. Quanto accaduto a Misano con il francese Ponsson, che ha debuttato direttamente nelle FP1 senza avere la sufficiente esperienza, ha convinto i massimi organi che regolamentano questo sport a cambiare le cose.

D’ora in avanti, una Commissione Selezionatrice avrà il compito di valutare, così come già accade per i piloti che vengono iscritti nel ruolo di titolari per la stagione, le candidature dei sostituti proposti dalle squadre durante il campionato in caso di infortunio o indisponibilità del pilota iscritto all'intero campionato.

Questa modifica al momento non è presente nel regolamento ufficiale della MotoGP, ma sarà presto inserita andando a colmare una lacuna che gli eventi di Misano hanno reso evidente. Tutti i piloti sono intervenuti sulla vicenda, invocando varie soluzioni come l'abbassamento del limite del 107% per qualificarsi o l'istituzione di una Superlicenza a punti, che potesse almeno dare dei limiti.

Nel comunicato non sono presenti accenni a nessuna delle due strade, pertanto sembra che il parametro di valutazione possa essere affidato esclusivamente al buon senso della Commissione, che dovrà valutare, mettendo assieme molte considerazioni, se un pilota possa o meno prendere parte ad una prova del motomondiale. 

Sempre nella stessa riunione, si è optato per una ulteriore modifica alla procedura di partenza dai box. Nel caso in cui un pilota debba prendere il via della gara partendo dalla Pit Lane, non gli sarà più possibile utilizzare il controllo elettronico di partenza, che ovviamente aiuta nell’ottenere partenze fulminee. Probabilmente questa regola è stata approvata per diminuire i rischi in quella zona della pista in queste situazioni.

COMUNICAZIONE FIM

Articoli che potrebbero interessarti