Tu sei qui

Moto2, Le reazioni al 'caso' Fenati: "Non dovrebbe più correre"

Molto severi i giudizi dei piloti sull'episodio che ha visto protagonista Romano. Crutchlow il più duro: "Per me andrebbe preso a calci e mandato via"

Moto2: Le reazioni al 'caso' Fenati: "Non dovrebbe più correre"

Come facilmente prevedibile, tanti piloti hanno commentato il gesto di Romano Fenati, e nessuno sembra trovare attenuanti valide per il pilota del Team Sniper. Molti piloti della MotoGP sono intervenuti in merito, ed alcuni sono stati realmente molto severi nei confronti di Fenati.

Cal Crutchlow è noto per non essere particolarmente tranquillo nelle proprie dichiarazioni, ed è stato probabilmente il più duro nell'esprimere il proprio punto di vista sulla vicenda.

“Penso che Romano non dovrebbe più correre in moto. Una volta tornato nel box, la squadra avrebbe dovuto dargli un calcio (l'espressione di Cal è molto più colorita, ndr). Non puoi fare una cosa del genere ad un altro pilota. Noi rischiamo le nostre vite abbastanza già così anche senza che qualche altro pilota si metta a tirarti i freni".

Al pilota del Team Cecchinello non interessano gli episodi di gara che avrebbero condotto a questa reazione, giudicando del tutto ingiustificabile questo gesto.

"Di certo ci sarà stato un altro contatto di gara prima tra i due, ma i contatti tra piloti ci sono sempre. Queste sono le gare. Se ti permette di tirare il freno di un rivale in rettilineo, ti meriti di essere preso a calci e mandato via”.

Meno caustiche ma altrettanto severe le parole di Marc Marquez, che invoca una certa severità in casi del genere soprattutto per consegnare un segnale forte agli altri piloti.

“La Direzione Gara deve decidere ed ha bisogno di comprendere perfettamente la situazione. Dovrebbero penalizzarlo in modo che non venga mai l’idea a qualcun altro di fare una cosa simile, qualcosa che gli faccia capire che ‘hey, se fai una cosa del genere non correrai’. Per me ha spento il cervello. Toccare il freno di un altro pilota a più di duecento all’ora merita sicuramente una sanzione esemplare. Fargli saltare solo due gare mi sembra poco, ma almeno è qualcosa”.

Leggermente più morbido Jorge Lorenzo che è curioso di conoscere gli episodi precedenti tra Manzi e Fenati in pista.

"Indiscutibilmente è stato un brutto gesto quello che ha commesso, ma credo che sarebbe giusto capire bene quello che gli ha fatto prima Manzi, che credo sia un pilota con cui aveva già avuto problemi".

Anche Andrea Dovizioso è severo con Fenati. 

Penso che ciò che ha fatto sia davvero pessimo, e che la bandiera nera sia del tutto normale. Non puoi fare una cosa del genere in nessun caso”.

Sulla vicenda è intervenuto anche Valentino Rossi, che conosce bene Fenati per averlo gestito nel periodo in cui il pilota correva sotto i colori del Team Sky VR46. La separazione con la VR46 Riders Academy non fu affatto semplice.

"Credo che lo stop di due Gran Premi sia giusto. Anche noi abbiamo puntato molto su di lui in passato con l'Academy - ha ricordato Valentino -  ma non siamo riusciti a gestirlo, e per noi è stata una sconfitta. Mi dispiace per quello che abbiamo visto oggi, è stato un gesto davvero brutto". 

Molto duro anche il pensiero della leggenda Kevin Schwantz, presente a Misano e convinto che questo episodio non sia in alcun modo perdonabile. "Non dovrebbero mai più far correre Fenati dopo un gesto del genere".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti