Tu sei qui

Piaggio sfida Yamaha: si lavora alla moto a tre ruote

RUMORS- Dalla casa che per prima ha portato su strada la soluzione della doppia ruota anteriore arriverà la risposta alla Niken

News Prodotto: Piaggio sfida Yamaha: si lavora alla moto a tre ruote

Ancora non si è vista in giro, se non in qualche demo ride, ma sta aprendo una nuovo fronte. La Yamaha Niken, la prima moto a tre ruote, presentata dalla casa di Iwata allo scorso EICMA e che debutterà ufficialmente a settembre in concessionaria, ha fatto e sta facendo tanto parlare di sé. C'è chi ne apprezza il coraggio, la sfrontatezza del suo essere qualcosa di realmente nuovo nel plafonato panorama delle proposte per i motociclisti, c'è chi invece vede solo uno sterile tentativo di proporre qualcosa di troppo lontano dai gusti dei motociclisti e quindi destinato a rimanere fine a se stesso.

Frecce al proprio arco il concetto del LMW ne ha tante, ma solo il futuro – nemmeno troppo remoto - dirà se la soluzione della terza ruota riuscirà a fare breccia nel mondo ultra conservativo dei motociclisti.

Intanto, anche tra le case concorrenti, qualcosa sembra già muoversi. Già da tempo sono noti i piani di Honda riguardo una futura moto a tre ruote (con tanto di brevetti depositati e tenuti al momento nel cassetto) che prende spunto della serie NC, ed ora è il momento di Piaggio sedersi al tavolo, mettendo sul piatto la paternità dell'idea introdotta, ed apprezzata, ormai da anni con il suo MP3. Uno scooter, un mezzo che trova sponda ideale con la sospensione a parallelogramma anteriore e doppia ruota. Con le moto l'affare però si complica, ma se - oltre alle sorelle del Sol Levante - anche un colosso come il Gruppo di Pontedera si sta muovendo in questa direzione, evidentemente il gioco vale la candela.

Sul nuovo progetto si sa ancora poco. Lo studio ricalcherà ed evolverà quanto già visto sull'MP3 (in foto di apertura) che, a differenza della Niken, non adotta il sistema dei due gambali per ogni ruota, ma una coppia di monoammortizzatori montati su leveraggi. Anche il parallelogramma vedrà delle novità, con lo schema in questo caso che verrà realizzato ad hoc per venire meglio incontro alle diverse necessità di guida e leggerezza.

Il progetto è in avanzato stadio di sviluppo e già il prossimo anno dovrebbero vedersi i primi risultati. Ancora non è chiaro con quale marchio del Gruppo debutterà la nuova 3 ruote: se Piaggio o anche Aprilia con un nuovo motore magari. Stando ad alcuni rumors – in effetti - dalle parti di Noale sta prendendo forma un bicilindrico da 500 cc, probabilmente parallelo, figlio "dimezzato" dell'attuale V4. Un'unità che potremmo vedere su quella futura media sportiva che sono in tanti ad invocare, ma anche su una tre ruote tutto pepe pronta a turbinare nella testa anche dei più incalliti difensori del "se ha più di due ruote non è una moto".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti