Tu sei qui

MotoGP, Iannone: al Mugello non sarà facile, serve un passo avanti

Rins: "Sarà la mia prima volta con una MotoGP, ma i test di metà maggio mi hanno dato fiducia. Le due Arrabbiata sono per coraggiosi"

MotoGP: Iannone: al Mugello non sarà facile, serve un passo avanti

Operazione riscatto. Lo si potrebbe definire così questo Gran Premio d’Italia per Andrea Iannone. Sul tracciato di Scarperia il pilota di Vasto punta a lasciarsi alle spalle la delusione di Le Mans, dove è finito a terra nelle prime battute di gara.

Di sicuro le prestazioni della Suzuki sono incoraggianti e lui non vuole tradire le attese: “Questa volta posso dire che  arriviamo in Italia in una situazione migliore rispetto allo scorso anno – ha sottolineato The Maniac – siamo più competitivi, ma allo stesso tempo dobbiamo essere realistici sapendo che il livello generale del campionato è aumentato molto. Servirà quindi mantenere il passo”.

L’ultima uscita al Mugello gli ha lasciato il sorriso: “Abbiamo fatto un test tre settimane fa, ottenendo buoni risultati – ha aggiunto – ci sono però alcune cose che devono essere migliorate per raggiungere prestazioni elevate”. Andrea tiene quindi la concentrazione alta: “Il GP d'Italia non sarà per nulla facile – ha avvisato - ma la pista mi piace molto e ho già vinto qui molte volte in passato, inoltre avremo l'affetto dei nostri fan che aggiungerà ulteriore stimolo ".

In Italia punta a recitare una parte da protagonista anche Alex Rins, decimo a Le Mans: “Il test di metà maggio al Mugello mi ha regalato fiducia – ha commentato lo spagnolo – per me sarà il primo Gran Premio d’Italia in sella a una MotoGP, ma quel test si è rivelato importante. È una pista molto tecnica e veloce – ha aggiunto – le curve Arrabbiata 1 e Arrabbiata 2 richiedono grande coraggio, perché è in quel tratto si può fare la differenza”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti