Tu sei qui

SBK, SS600: a Donington è battaglia francese, Mahias regola Cluzel

Nelle FP1, Il numero 144  svetta con l'R6 su fondo bagnato, terza la Ninja di West.. 5° De Rosa su MV, 6° Caricasulo con la Yamaha

SBK: SS600: a Donington è battaglia francese, Mahias regola Cluzel

A Donington abbiamo assistito ad un duello tutto francese, nel corso del primo turno di prove libere della classe Supersport 600, comandata in classifica di campionato dallo svizzero Randy Krummenacher.

Il Campione in carica Lucas Mahias ed il vincitore delle ultime due gare Julies Cluzel, seppur distanti l’un dall’altro in pista, se le sono date di santa ragione: il numero 144 e il 16 si sono alternati al comando della lista dei tempi, ripetutamente, sino a quando il pilota del team GRT ha piazzato la zampata finale in 1’44”775, tempo ottenuto nella migliore di sedici tornate complete, condite da qualche bella intraversata sul fondo bagnato dalla pioggia inglese.

Cluzel è rimasto dietro, dopo il secondo francese abbiamo l’australiano su Ninja ZX6R Anthony West che, come tutti sanno (o dovrebbero sapere da anni) ama l’asfalto bagnato, tanto da averci vinto in 250, in Moto2 e nella Supersport stessa.

In quinta ed in sesta posizione, ecco i primi italiani: dopo il calabro-tedesco Sandro Cortese, belle prove del napoletano De Rosa su MV Agusta 3 cilindri e del ravennate Federico Caricasulo su R6 GRT.

Settimo crono per il campione europeo in carica, l’estone Soomer, con la Honda CBR, ottavo il sudafricano Sheridan Morais, che ha preso il posto del ritirato Kenan Sofuoglu; nono Kyle Smith, uno dei piloti di casa: l'inglese è stato protagonista di una strana scivolata in staccata verso la Redgate, dopo che la sua CBR600 ha preso fuoco dallo scarico sotto al codone. Si presume fosse per lui una rottura del motore Honda.

Dodicesimo il leader del Mondiale Krummenacher, già in difficoltà ad Imola ed in Inghilterra costretto già a risalire la china.

Britannico lui, british pure la sua Triumph a tre cilindri: quattordicesimo crono per Luke Stapleford, a Donington pronto per il colpaccio in gara; in pista anche una Suzuki GSX-R, affidata al finlandese Lahti, momentaneamente diciassettesimo.

Compie gli anni l’olandese Van Sykkelerus, autore di un diciannovesimo tempo, Michael Canducci  ventesimo - rientra nel 107% utile.  Tra quelli rimasti fuori, Alfonso Coppola con la Yamaha, ed Ayrton Badovini su MV, che non ha compiuto nemmeno un passaggio cronometrato.

 

 

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti