Tu sei qui

MotoGP, Rabat dimesso dall'ospedale: voglio correre al Mugello

Evidenziata una lesione di 3 centimetri al muscolo del braccio sinistro ma è stato deciso di non operare chirurgicamente

MotoGP: Rabat dimesso dall'ospedale: voglio correre al Mugello


Tito Rabat, infortunatosi ieri durante i test sulla pista di Barcellona, è stato dimesso questa mattina dall’ospedale Dexeus di Barcellona. Il pilota del team Avintia ha subito messo in chiaro di volere correre al Mugello.

Gli esami hanno riscontrato una lesione di tre centimetri di lunghezza al muscolo del braccio sinistro, il dottor Xavier Mir ha deciso di non operarlo ma di immobilizzare l’arto. Ora Rabat tornerà a casa a Valencia dove si sottoporrà a delle sessioni di terapia del freddo per accelerare il recupero.

Tito tornerà a Barcellona giovedì per ulteriori esami. I dottori non hanno ancora deciso se potrà correre nel GP di Italia, anche se il pilota vuole riuscirci a tutti i costi.

Sono già stato dimesso dall’ospedale - ha commentato Tito - Sia in circuito che nella clinica Dexeus non avrebbero potuto curarmi meglio. Ieri pensavamo che sarebbe stato impossibile correre al Mugello, perché sembrava fosse necessaria un ‘operazione. Però questa mattina, dopo altri controlli, è stato deciso di immobilizzare semplicemente il braccio per usa settimana e poi faremo altri esami. Questa stagione sta andando bene per me, sono stato molto competitivo, per questo motivo voglio provare tutto il possibile per tornare in forma e correre al Mugello. Voglio ringraziare tutti per gli enormi aiuto e sostegno che ho ricevuto dopo la caduta”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti