Tu sei qui

SBK, Melandri: Donington? Questa volta sarà un'altra storia

Il 33 punta a lasciarsi alle spalle le difficoltà della scorsa stagione, mentre Davies fa a caccia del primo successo sulla pista britannica

SBK: Melandri: Donington? Questa volta sarà un'altra storia

Marco Melandri sbarca nel Regno Unito con l’obiettivo di lasciarsi alle spalle l’amarezza del round di Imola, dove in Gara 2 è stato travolto dalla Yamaha di Michael van der Mark. La rincorsa al titolo sembra quindi essere al limite del possibile, anche se lui preferisce tenere il morale alto, puntando a ritrovare la retta via.

Donington diventa quindi l’occasione per voltare pagina: "La pista mi piace molto e in passato vi ho ottenuto dei bei risultati – ha ricordato il 33 - non è stato questo il caso lo scorso anno, ma allora eravamo appena entrati in un momento di difficoltà mentre oggi siamo più consapevoli dei nostri punti di forza e degli aspetti da migliorare”.

In Gran Bretagna questa volta il meteo non dovrebbe giocare brutti scherzi: “Pare che il meteo possa essere clemente, il che è un buon punto di partenza, inoltre il nostro pacchetto è sempre più competitivo, anche se i nostri diretti rivali sembrano essere migliorati ancora – ha concluso - nei test al Mugello abbiamo avuto alcune conferme importanti, non vedo l'ora di tornare a gareggiare”.

In casa Aruba ci si aspetta poi la risposta di Chaz Davies, che dopo la tappa di Imola ha visto il proprio gap salire a quasi 50 punti nei confronti di Rea: “Donington è una pista che mi piace e l'atmosfera è fantastica perché in un certo senso è la mia gara di casa – ha dichiarato il gallese - ho corso la prima volta nel 1999, ottenendo dei bei risultati nelle classi minori ma non ancora in Superbike”.

Non manca la fiducia da parte del numero sette: Ci siamo progressivamente avvicinati ai nostri rivali su questo tracciato, migliorando di anno in anno – ha sottolineato - l'obiettivo è di fare un altro passo avanti per coronare degnamente il fine settimana”.

In casa Ducati riflettori puntati anche su Michael Rinaldi: “Con tre round alle spalle io e la squadra abbiamo accumulato sempre più esperienza – ha commentato il romagnolo –Donington è una pista che mi piace, con più dati a nostra disposizione e l'obiettivo di avvicinarci ulteriormente ai migliori. Il nostro livello è in crescita e dobbiamo semplicemente continuare su questo percorso – ha concluso - lavorando soprattutto sul passo gara”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti