Tu sei qui

SBK, Davies: "Sono deluso, la Panigale non era stabile"

Il gallese secondo in Gara 2: "Di più non potevo fare, ho provato a rimanere agganciato a Rea, ma era troppo rischioso"

SBK: Davies: "Sono deluso, la Panigale non era stabile"

Aveva dominato le ultime edizioni del round tricolore, ma questa volta Chaz Davies è stato costretto a piegarsi di fronte al dominio di Johnny Rea. Niente da fare per il gallese in Gara 2, a cui non resta altro che accontentarsi del secondo posto alle spalle del Cannibale. Il dispiacere sul volto dell’alfiere Aruba è grande per un occasione gettata al vento.

“Più di cosi non potevo fare – ha dichiarato il gallese – sono deluso, perché mi è dispiaciuto non poter confermare le prestazioni degli ultimi due anni qua a Imola, una pista speciale dove c’è tantissimo affetto da parte del pubblico”.

Chaz spiega le fatiche con cui ha dovuto fare i conti.

“Fin dal venerdì non ho mai avuto le sensazioni che speravo – ha ammesso –  di conseguenza è stato complicato riuscire ad ottenere il massimo risultato. Ieri ha commesso due errori, mentre oggi il caldo ci ha messo a dura prova. Il problema non era più di tanto riuscire a tenere a terra la Panigale – ha analizzato – bensì riuscire a trovare la giusta stabilità dopo ogni turno. Ogni volta che uscivo dalle curva la moto era difficile da controllare”.

La prestazione della Kawasaki non ha stupito più di tanto il pilota.

Magari ad inizio stagione soffrivano per via delle piste – ha detto - forse le caratteristiche di Phillip Island e Buriram si adattavano poco alla ZX-10RR. Nelle ultime due gare hanno mostrato invece un grande potenziale, tirando fuori il massimo dal loro pacchetto. Oggi, dopo che Rea mi ha sorpassato, ho provato a rimanere attaccato, ma poi ho capito che sarebbe stato rischioso”.   

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti