Tu sei qui

MotoGP, Sylvain Guintoli wild card a Brno

Il francese, collaudatore di riferimento per la Casa di Hamamatsu, porterà in gara una terza Suzuki GSX-RR ufficiale

MotoGP: Sylvain Guintoli wild card a Brno


A Brno vedremo in pista una terza Suzuki GSX-RR ufficiale. A quelle del team Ecstar affidate ad Andrea Iannone e ad Alex Rins, si aggiungerà il francese Sylvain Guintoli, collaudatore dei prototipi per la Casa di Hamamatsu.Il suo lavoro consiste nel portare al limite in pista le nuove parti inviate dal reparto corse giapponese, scegliere le migliori ed iniziare il programma di sviluppo; un compito non facile nel quale coniugare velocità, sensibilità tecnica ed esperienza.

Guintoli, 35 anni, da quando ha smesso di correre in pianta stabile in un campionato, trascorre ancora più ore in sella ad una moto; la Suzuki tiene molto allo sviluppo della propria MotoGP, affiancando spesso altri collaudatori giapponesi all’ex Campione del Mondo Superbike.

Sylvain, tra l’altro, ha disputato lo scorso anno tre wild card, una nel circuito di casa a Le Mans, l’altra al Mugello, l’ultima a Barcellona. Guintoli, nel 2017 ha pure corso a Jerez e Losail nelle derivate, sulla Kawasaki ZX10RR Puccetti.

A Brno il francese ha gareggiato con le 250 Honda ed Aprilia due tempi e con la MotoGP, con la Yamaha M1 nel regolamento fino a 990 e con quella da 800cc. Ha corso persino con la Desmosedici 800 nel 2008. Insomma, non si potrà dire che egli non conosca il saliscendi immerso nei verdi boschi della Moravia.

Lo scorso anno “Guinters” ha anche gareggiato nel British Superbike con una GSX-R 1000, occasione che gli ha aperto la porta al ruolo che tuttora ricopre e, se ci pensate bene, da quando c'è lui anche le moto di Iannone e Rins sono più competitive. 

Articoli che potrebbero interessarti