Tu sei qui

Moto3, QP: Martin torna in pole ad Austin

Per Jorge e la sua Honda è la prima stagionale, la decima in carriera. Canet e McPhee in prima fila, Di Giannantonio e Bastianini in seconda, 7° Foggia

Moto3: QP: Martin torna in pole ad Austin


Ne sentiva la mancanza (e pure l’esigenza) tanto da decidere di rimediare: torna in pole Jorge Martin, segnando il giro migliore nelle qualifiche Moto3 di Austin.

Lo spagnolo del team Gresini ha siglato il tempo di 2’18”629, in sella alla sua Honda NS 250RW dotata di gomme Dunlop slick; la pioggia che aveva bagnato la pista nelle battute iniziali ha cessato di cadere a circa metà sessione, consentendo a tutti di abbassare i tempi: “è la mia prima pole stagionale, mi mancava un po' – ha dichiarato il numero 88 – e, per la gara di domani, non penso che mi fermerò a cambiare gli pneumatici”. Jorge scatterà dalla pole position per la decima volta da quando corre nel Mondiale.

Un altro spagnolo dopo Martin in seconda posizione: Aron Canet, sempre su Honda, a mezzo secondo da Jorge; prima KTM nella lista con John McPhee, lo scozzese del team CIP Green Power, in terza.

Apre la seconda fila il giapponese Tatsuki Suzuki con la Honda del team SIC58 Squadra Corse, Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini la completano; tutti e tre i piloti guidano moto Honda.

Ottimo settimo tempo acciuffato da Dennis Foggia con la KTM del team Sky VR46; il numero 10 è sul COTA per la prima volta in carriera ed il risultato è quindi eccellente. Marco Bezzecchi ha concluso con il nono tempo, dopo aver visto il suo miglior giro essere cancellato dalla Direzione Gara: la sua KTM aveva entrambe le ruote fuori dalla porzione di pista, manovra non concessa dal regolamento sportivo.

Dopo la decima posizione di Masia, undicesima prestazione di sessione per Philipp Oettl, fonte di ispirazione per tutti i rivali, poiché è stato proprio il tedesco il primo a montare le Dunlop da asciutto, poi copiato dagli altri.

Sedicesima posizione di partenza per Andrea Migno, seguito dal Lorenzo Dalla Porta: nei tentativi decisivi sono rimasti entrambi ostacolati dal grande traffico in pista. Nicolò Antonelli ha il tempo numero 19, appena prima di Tony Arbolino.

Vedere (ancora) Niccolò Bulega così lontano dalle posizioni di vertice, conferma che qualcosa per il numero 8 del team Sky VR46 non vada nei migliori dei modi; il suo gap dal miglior giro di Martin è di quasi quattro secondi e mezzo.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti