Tu sei qui

Moto2, FP2: Alex Marquez si prende la vetta in Argentina

In un turno caratterizzato da sole e pioggia che si alternano, il catalano batte Oliveira e Vierge. 21° Bagnaia, costretto al box da un problema tecnico 

Moto2: FP2: Alex Marquez si prende la vetta in Argentina

Lo spauracchio pioggia si è materializzato in realtà a 27 minuti dalla fine del turno, quando qualche goccia ha iniziato a bagnare la pista… a 15 è l’acqua è scesa più decisamente, per poi scemare poco dopo, con il sole che è tornato a splendere nel cielo argentino. I marshall hanno esposto più volte la bandiera bianca con la croce di Sant'Andrea e, per un attimo, sembrava di assistere ad una sessione del British Superbike.

Turno complicato il secondo della Middle Class a Termas: tra asciutto e bagnato, i tempi validi – i più veloci – restano quelli siglati nelle prime battute, durante le quali è stato il catalano Alex Marquez il più lesto, grazie al crono di 1’44'802, con la Kalex del team Marc VDS. La fame di vittoria non saziata in Qatar per il numero 73 resta, anche se dobbiamo considerare che nella classifica combinata il fratellino di Marc è "solo" quinto.

Secondo tempo nel turno e nella combinata per il portoghese Miguel Oliveira e la KTM: questa accoppiata dimostra di essere sempre al vertice, ed il ritardo da Marquez di soli 3 millesimi è quasi incalcolabile.

Terzo crono per Xavi Vierge, uno che lo scorso anno faticava e che adesso sembra aver trovato il passo dei migliori; anche Remy Gardner – figlio del grande Wayne – cresce, vedremo se il suo quarto tempo sarà replicato nel resto del weekend, nel frattempo i due giovani piloti di Kalex e Tech restano nella top ten della classifica combinata.

Sam Lowes conosce bene la categoria ed inizia a famigliarizzare con la sua KTM, portandola al quinto posto nella lista dei tempi; Brad Binder è al secondo anno nel team Ajo Moto2 ed il sesto crono lo colloca, ancora una volta, nei migliori dieci.

Mattia Pasini andava fortissimo ma, quando stava per attaccare sul serio, è stato disincentivato dalla pioggia che iniziava a cadere; il suo settimo tempo è forse un po' bugiardo, Mattia aveva nel polso le prime tre posizioni e, infatti, la classifica combinata lo vede ancora primo.

Nona posizione nella tabella per Joan Mir, Campione in carica Moto3, che prende confidenza a passi brevi ma regolari con la sua Kalex Marc VDS; lo svizzero Aegerter precede Luca Marini – undicesimo – e Stefano Manzi, decimo. Hector Barbera (che si auto definisce “rookie” di categoria – giustamente, dato che ha corso nella 250 due tempi prima del passaggio in MotoGP) è quindicesimo prima di Simone Corsi, che vuole puntare quantomeno alla top ten su questa pista.

Baldassarri e Bagnaia dove sono? Li troviamo in diciottesima e ventunesima posizione, per due motivi diversi: Lorenzo non ha azzeccato il momento giusto per il time attack su pista asciutta, Francesco è stato fermato da un problema di origine elettronica accusato dalla sua Kalex, ferma nel box tra le mani dei meccanici Sky VR46. Se ragioniamo pensando ai valori della combinata, "Pecco" sarebbe terzo.

Andrea Locatelli è ventiquattresimo, Fenati appena dopo; per i due italiani occorrerà scalare una montagna che, in Moto2, è sempre molto ripida.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti