Tu sei qui

MotoGP, Brembo: scusa Lorenzo, è stata colpa nostra

L'azienda ammette un problema ai freni sulla Ducati di Jorge durante il GP del Qatar ma non rivela dettagli su quanto accaduto

MotoGP: Brembo: scusa Lorenzo, è stata colpa nostra

Dopo più di due settimane è arrivata la risposta di Brembo su quanto accaduto a Lorenzo nel GP del Qatar. Ricordiamo che il maiorchino era rimasto ‘senza freni’ nel corso del 12° giro e, per evitare un possibile impatto con le barriere, si era buttato a terra nelle vie di fuga, fortunatameno in un punto lento della pista. Una volta tornata la moto ai box, si era scoperto che mancava una pastiglia dei freni, poi ritrovata nella via di fuga.

Nei giorni seguenti, Davide Tardozzi, team manager di Ducati, ci aveva spiegato come escludesse come motivo dell’accaduto una negligenza da parte della squadra in quanto, come ci aveva detto, “il montaggio dell’impianto è a prova di scimmia”.

Oggi è arrivata la seguente nota ufficiale da parte di Brembo, il fornitore dei freni di tutti i team della MotoGP:

"In relazione a quanto accaduto al pilota Jorge Lorenzo del Team Ducati durante il Gran Premio di MotoGP del Qatar, Brembo è realmente dispiaciuta che il ritiro del pilota nel corso del 12esimo giro sia stato causato da un problema legato all'impianto frenante.

Al termine di accurate analisi dei nostri tecnici, confermiamo che il problema è stato individuato e risolto affinché tale anomalia non possa ripresentarsi”.

In sostanza, dopo le verifiche tecniche del caso, Brembo si è presa la colpa dell’accaduto ma non ha aggiunto molto altro, per usare un eufemismo. Poche righe per ammettere un problema, senza dire assolutamente nulla sulla sua natura. Dopo avere atteso per tanti giorni una risposta, era lecito aspettarsi qualche dettaglio in più che però non è stato divulgato. Non resta che fidarsi di Brembo, soprattutto quando assicura che il problema è stato definitivamente risolto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti