Tu sei qui

Moto2, FP1: zampata di Baldassari a Losail, 3° Fenati

Nell'ultimo giro disponibile Lorenzo regola Oliveira. Eccellente esordio per Romano, rookie ma già a suo agio sulla 600. 7° Bagnaia, 8° Pasini

Moto2: FP1: zampata di Baldassari a Losail, 3° Fenati


Che turno avvincente il primo di libere della Moto2 di questa stagione! I motivi di interesse sono davvero tanti, e partono dai colori italiani: primo tempo per Lorenzo Baldassarri in 2’01”601, quando le prove stavano per finire e Fenati era al comando.

Ma Lorenzo si mette in carena come si usa fare in un turno di qualifica (anzi, sembrava corresse un Gran Premio) e batte tutti, esultando sotto alla bandiera a scacchi, esibendosi in una bella impennata. Il 2017 è stato sofferto per lui, ma il 2018 parte davvero meglio con il team Pons e la Kalex motorizzata Honda CBR600.

Dopo un eccellente 2017, la KTM del portoghese Oliveira sarà spesso nei primi tre e, infatti, oggi è già al secondo posto, a due decimi circa di ritardo dal miglior tempo.

Ed ecco il primo rookie nella lista, il più atteso della stagione: era in vetta sino al penultimo istante Romano Fenati, che finisce la sessione al terzo posto. Numero 13 per l’ascolano del team Snipers, che potrebbe portargli fortuna in questa sua prima stagione nella Middle Class.

Ormai Alex Marquez è da considerare una “vecchia volpe”, dato che conosce bene la Moto2; quarto tempo per il catalano del team Marc VDS, che domenica sarà in agguato per aggiudicarsi la prima vittoria dell’anno.

Francesco Bagnaia ha già il contratto per la MotoGP 2019, ma vuole lasciare la media cilindrata con risultati di prestigio: settimo tempo per lui, ed affilamento della sua Kalex Sky VR46. Mattia Pasini, reduce da una annata ricca di soddisfazioni, ha concluso oggi ottavo.

Decimo tempo per il sudafricano Brad Binder con la seconda KTM, dopo il figlio di Gardner, Remy, con la Tech3 dotata di telaio Mistral. Undicesimo lo svizzero Dominique Aegerter, al via grazie ad una colletta che gli ha garantito il budget necessario per disputare la stagione.

Tredicesimo Luca Marini, ora nel team “di casa”, lo Sky VR46, Simone Corsi passa da Speed Up a Kalex con quindicesimo tempo iniziale. Torna in Moto2 Sam Lowes, sedicesimo dopo il primo turno, torna anche Hector Barbera con un diciassettesimo crono.

Un alto interessante esordio è quello del Campione del Mondo in carica Moto3, lo spagnolo Joan Mir, che sta prendendo confidenza con la 600 quattro cilindri; il suo diciottesimo tempo precede il diciannovesimo tempo dell’olandese Bo Bendsneyder, un altro rookie di valore.

Gli altri italiani nella tabella sono Manzi, Locatelli e Fuligni che, per ora, hanno ricalcano le prestazioni dello scorso anno.

 

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti