Tu sei qui

MotoGP, Honda: Marquez e Pedrosa svelano la nuova livrea

FOTOGALLERY - A Jakarta i due piloti hanno tolto il velo alla RC213V, pronta a dare la caccia al titolo iridato nella classe regina

MotoGP: Honda: Marquez e Pedrosa svelano la nuova livrea

Test da incorniciare quelli di Buriram per Marc Marquez e Dani Pedrosa, che hanno mostrato grande competitività in sella alla Honda sul tracciato thailandese. Prima di rientrare in Spagna, i due piloti ne hanno approfittato per recarsi in Indonesia, dove in giornata è stata svelata la nuova livrea della RC213V presso l’Expo Internazionale di Jakarta.  

All’appuntamento era non poteva mancare Alberto Puig, che da quest’anno raccoglie il testimone di Livio Suppo in qualità di team manager, così come Tetsuhiro Kuwata, direttore generale della divisione Operations di HRC. Tra gli ospiti anche i partecipanti al progetto “Step Up Program”, fortemente voluto dalla Casa e indirizzato ai giovani.

Poco dopo lo scoccare delle ore 3 pomeridiane, Marc Marquez e Dani Pedrosa hanno tolto il velo alla moto, la cui livrea ha conservato gli stessi colori di sempre. C’è il rosso e l’arancione a predominare con un tocco di bianco. Immancabile poi la scritta Respol sul cupolino e quella Red Bull sulle fiancata. Sul volto del 93, reduce dalla tre giorni del Chang, era stampato il sorriso: “Siamo stati qui a Jakarta in molte occasioni e si respira un clima familiare - ha commentato il 93 – durante l’inverno abbiamo già disputato due test ed entrambi sono andati abbastanza bene”. La sua mente è proiettata al Qatar: “Lavoreremo sodo anche a Losail per essere pronti in vista dell’inizio del Mondiale – ha aggiunto - vogliamo lottare per il Mondiale e far divertire tutti i nostri tifosi”.

A fargli eco è Dani Pedrosa: “E’ bello vedere così tanti appassionati – ha detto il portacolori Honda – la scorsa settimana eravamo in Thailandia e anche in quell’occasione si respirava grande calore da parte del pubblico”. Dani traccia poi un primo bilancio di questa preseason: “Al momento è andato tutto bene – ha commentato – in Qatar capiremo meglio a che punto siamo, dato che le condizioni saranno diverse. Sono quindi pronto per dare il 100% e provare a vincere".   

        

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti