Tu sei qui

MotoGP, Espargarò: con la nuova Aprilia sono più aggressivo in frenata

Lo spagnolo svela: "La RS-GP si adatta al mio stile di guida". Redding: "Mi serve tempo, le modifiche di Aleix non vanno bene per me"

MotoGP: Espargarò: con la nuova Aprilia sono più aggressivo in frenata

In Malesia anche l'Aprilia ha avuto modo di affilare le armi in vista dell’inizio della stagione. Aleix Espargarò è tornato in azione a distanza di un anno sul tracciato di Sepang, dal momento che lo scorso ottobre non partecipò alla gara, a causa dell'infortunio al metacarpo della mano sinistra rimediato in Australia.

Al termine della tre giorni lo spagnolo è soddisfatto per il lavoro svolto: "Possiamo dire di aver iniziato il 2018 con il piede giusto - ha esordito - mi piace la nuova moto, è migliorata soprattutto la ciclistica seguendo le mie indicazioni. Adesso riesco ad essere più aggressivo con il freno e anche la posizione in sella si adatta meglio al mio stile di guida”.

Espargarò parla poi del lavoro svolto: “Oggi ho provato anche una nuova versione del controllo di trazione che ho trovato estremamente positiva e su cui continueremo a lavorare – ha svelato - il prossimo passo da compiere lo faremo con l’evoluzione del motore che arriverà per i test del Qatar. Sviluppare continuamente è fondamentale perché la competizione quest'anno sarà ancora più serrata".

Dall’altra parte del box sono stati tre giorni no-stop per Scott Redding, il cui apprendistato con la RS-GP è solo all’inizio: “Onestamente sono piuttosto soddisfatto di come si sono conclusi i test – ha detto il portacolori della Casa di Noale - abbiamo bisogno di tempo, perché spostare semplicemente l’assetto dalla moto 2017 a quella nuova non ha funzionato per me a differenza di Aleix  che si è trovato bene da subito”.

Non sono quindi mancate le difficoltà al britannico: “Ho avuto problemi di chattering e di grip che ci hanno costretto a sperimentare quale sia la strada giusta da seguire –ha sottolineato – viste le tante modifiche è difficile trovare la massima velocità, ma sono riuscito comunque a migliorare giorno dopo giorno”.

Redding si mostra comunque fiducioso: “Giudico questi test fondamentali per me e la moto – ha concluso - i tecnici stanno cominciando a comprendere le mie caratteristiche e quello che mi piace a livello di assetto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti