Tu sei qui

LIVE MotoGP, Test Australia, Phillip Island - 2^ Giornata

I TEMPI ALLE 15:30 - Vinales sempre al comando seguito da Marquez e Crutchlow, 5° Dovizioso, 8° Rossi, 10° Iannone, 12° Lorenzo

MotoGP: LIVE MotoGP, Test Australia, Phillip Island - 2^ Giornata

I TEMPI ALLE 15:30

Nessuna novità di classifica quando al termine di questa seconda giornata di test mancano poco più di due ore. In pista si è visto anche Daniel Pedrosa, alle prese con l'influenza. Poco prima delle ore 15:00, il pilota spagnolo ha indossato la tuta ed è salito in sella alla sua Honda, con cui ha disputato quattro tornate fino a questo momento. In vetta rimane sempre Vinales, seguito da Marquez e Crutchlow. Ottavo Rossi, decimo invece Iannone. Un piccolo passo avanti per Lorenzo, che ha agganciato la 12^ piazza prima delle 13. Il suo gap dalla vetta è ora di 1"350. 

I TEMPI ALLE 13:00

Imprendibile per tutti. Nemmeno Marc Marquez è riuscito a mettere in discussione il super tempo siglato da Maverick Vinales. Regge infatti il crono di 1’28”847 dell’alfiere Yamaha ottenuto nella prima ora di stamani con gomma morbida. Mai prima d’ora, nessuno era stato capace di fare meglio con gli pneumatici Michelin. Tra i due ci sono ancora quattro decimi di distacco (+0.463). Il campione del mondo precede la Honda di Cal Crutchlow, che utilizza lo stesso motore di quella del 93.

Nelle prima cinque posizioni anche la Ducati di Alvaro Bautista (0.565), che ha realizzato ben 42 giri, nessuno come lui. Lo spagnolo è quinto davanti alla GP17 di Andrea Dovizioso (+0.638). Tra le sorprese anche  l’Aprilia di Aleix Espargarò (+0.656) a due soli decimi dalla Honda.. Dopo aver rimandato l’appuntamento ieri, quest’oggi il portacolori della Casa di Noale è sceso in pista con la nuova carena. È uscito dal box alle ore 12:20 per compiere alcune tornate e poi rientrare.

Nelle prime dieci posizioni c’è anche Valentino Rossi (+0.828). Il nove volte iridato aggancia l’ottava piazza alle spalle della Yamaha di Jonas Folger (+0.818), proseguendo il proprio lavoro sul telaio della M1. Nel pomeriggio potrebbe anche esserci l’occasione di disputare una simulazione gara. Col decimo tempo Andrea Iannone, che non ha utilizzato la nuova carena Suzuki. Rincorre in tredicesima posizione Danilo Petrucci (+1.361), quindicesimo Jorge Lorenzo (+1.613). Il maiorchino accusa un distacco da Vinales che supera il secondo e mezzo. Ha preferito però non rincorrere il tempo il 99, concentrandosi piuttosto sul lavoro di comparazione tra la GP17 con bauletto e senza.     

In questa seconda giornata di test non è sceso ancora in pista Daniel Pedrosa. Lo spagnolo della Honda è fermo ai box a causa dell’influenza.

I TEMPI ALLE 11:00

Non hanno perso tempo stamani i piloti della classe regina, scesi subito in pista allo scoccare delle 9:45. Rispetto ai tredici gradi di ieri mattina, questa volta le condizioni erano delle migliori, perché alle ore 10 l’asfalto arrivava già a sfiorare i 30. Ad inaugurare il turno sono state le prove di partenza. Tra i presenti in griglia Marquez, Dovizioso, Lorenzo e Vinales, non Valentino Rossi, salito in moto soltanto alle ore 10:22 nel giorno del suo 38° compleanno.

Allo scoccare delle ore 11, Maverick Vinales ha portato la propria Yamaha davanti al gruppo. Incontenibile lo spagnolo, che con la gomma nuova è sceso addirittura sotto il muro dell’1’29”, firmando il riferimento in 1’28”845. Mai prima d’ora, con gli pneumatici Michelin, qualcuno era riuscito a fare una cosa del genere.

Dietro di lui la Honda LCR di Cal Crutchlow (+0.816) insegue a otto decimi di vantaggio, seguita da quella di Jack Miller (+1.110). Col quarto crono invece la Ducati di Andrea Dovizioso, che continua il proprio lavoro di comparazione tra le due GP17, precedendo di soli dieci millesimi Marc Marquez.

Aggancia la settima piazza Danilo Petrucci, sorpresa ieri di giornata, mentre decimo Valentino Rossi, che ha preferito evitare di cercare il tempo a tutti i costi. Il Dottore accusa un gap di un secondo e mezzo dalla vetta (+1.576), seguito da Jorge Lorenzo a 46 millesimi. Ancora fermi ai box Pedrosa e Iannone.     

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti