Tu sei qui

Tragedia al Macau GP: morto Daniel Hegarty

Il pilota perde la vita dopo il violento impatto contro le barriere al sesto giro, Polita: "Macau? Nemmeno il TT  mi ha fatto così paura"

Iscriviti al nostro canale YouTube

È un’edizione tragica la 51^ del Macau GP. L’appuntamento asiatico che si disputa sulla pista di Guia, tra grattaceli e muri, ha visto la morte di Daniel Hegarty. Come mostra il video, nel corso del sesto giro il pilota britannico ha perso il controllo della propria moto in ingresso di curva, per poi finire ad alta velocità contro le barriere.

Immediata la decisione della direzione gara di sospendere la corsa, al fine di permettere l’intervento da parte dei mezzi di soccorso. Secondo quanto si legge dal comunicato, Hegarty ha perso la vita durante il trasporto verso l’ospedale Conde S. Januario.

Al round di Macau partecipava anche Alessandro Polita, che ha chiuso in diciottesima posizione. Le sue parole rilasciate dopo le qualifiche alla testata RoadRacingcore.com non lasciano dubbi riguardo la pericolosità della pista:  “Dopo il primo giro ho pensato di andare a casa – ha svelato Polita -non è facile adattarsi a questo tracciato. Quest’anno ho disputato gare Road Race su circuiti stradali diversi – ha analizzato - Macau è un tracciato a sé,  circondato da muri. Non vedi infatti quello che viene dopo, di conseguenza bisogna andare a memoria. Magari pensi ci sia una chicane, invece è viceversa”.

Giusto per rendere bene l’idea, Polita aggiunge: “In tutti i miei anni di carriera non mi ha mai impressionato una corsa come questa – ha concluso -nemmeno la prima volta che disputai il TT. Qua ci sono i muri e non perdonano. Bisogna mantenere sempre un margine”.

Foto: credi Proctor Fotography.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti