Tu sei qui

Moto2, Test Jerez: brilla Bagnaia, ma il più veloce è Oliveira

L'alfiere KTM precede il piemontese di un decimo, 6° Pasini seguito da Marini, 9° Baldassarri, 16° Mir, 23° Fenati, in Moto3 Canet è il migliore

Moto2: Test Jerez: brilla Bagnaia, ma il più veloce è Oliveira

Che sfida a Jerez tra Miguel Oliveira e Francesco Bagnaia nella seconda e ultima giornata di test Moto2 andata in scena sulla pista spagnola. Se nella sessione di ieri il pilota dello Sky Racing Team VR46 si è preso tutti i riflettori, questa volta è toccato al portoghese recitare la parte di protagonista. Il progetto KTM è senza dubbio in crescita e il portoghese ci ha tenuto a ribadirlo, archiviando il turno con il riferimento di 1’41”518, abbassando di 60 millesimi la prestazione siglata giovedì dal piemontese.

Al pilota di Chivasso non resta quindi che consolarsi col secondo crono a poco più di un decimo dalla vetta (+0.101), precedendo di 97 millesimi Alex Marquez. L’alfiere Marc VDS, che a fine mese sarà impegnato sulla Honda MotoGP per sostituire Tom Luthi, si inserisce davanti a Brad Binder (+0.258) a conferma del potenziale espresso dalla casa austriaca in questo finale di stagione.

Bagnaia a parte, nelle prime dieci posizioni troviamo anche Mattia Pasini (+0.548), autore del sesto tempo davanti a Luca Marini per soli 49 millesimi. La due giorni spagnola rappresentava il debutto del pesarese con i colori Sky e l’inizio è senza dubbio incoraggiante, a tal punto da incassare meno di sei decimi dalla vetta (+0.597). Due posizioni più arretrato il nuovo alfiere del team Pons, ovvero Lorenzo Baldassarri (+0.778). Nella prossima stagione il marchigiano dividerà il box con Hector Barbera (14°, +1.080), protagonista quest’oggi di ben 98 tornate. Nessuno come lui è rimasto in pista così a lungo.  

Lo spagnolo non sarà l’unico pilota a ripartire dalla Moto2 nel 2018 dopo la MotoGP, lo stesso discorso vale anche per Sam Lowes. L’ex pilota Aprilia archivia il venerdì con l’undicesimo crono a un secondo dalla leadership, mentre quindicesimo Andrea Locatelli (+1.207), seguito a 16 millesimi da Joan Mir. Lo spagnolo vincitore della minima cilindrata ha fatto capire di che pasta è fatto, risultando il più veloce tra i rookie e abbassando di mezzo secondo la prestazione di ieri.

Tra gli altri debuttanti della Moto2 non scordiamoci di Romano Fenati (+1.670). L’ascolano ha migliorato di otto decimi il turno del giovedì, agganciando la 23^ piazza davanti a Stefano Manzi, passato in Forward assieme al compagno Eric Granado.

Oltre alla categoria intermedia, in pista a Jerez ieri e oggi anche la Moto 3. Aron Canet ha fatto doppietta, rivelandosi il più veloce con il tempo di 1’46”175. Alle sue spalle Dennis Foggia e Tony Arbolino. La prossima settimana in programma nuovi test per entrambe le categorie, ma a Valencia.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti