Tu sei qui

MotoGP, Ciabatti: nessuno strascico, Lorenzo non ha ostacolato Dovi

"Abbiamo parlato con i nostri piloti e ci fidiamo di loro. Se fosse successo qualcosa di diverso, Andrea sarebbe arrabbiato"

MotoGP: Ciabatti: nessuno strascico, Lorenzo non ha ostacolato Dovi

Per 5 volte sul dashboard di Lorenzo è comparsa la ormai celebre scritta “mappa 8”, il messaggio in codice per consigliare a Jorge di fare strada a Dovizioso. Il maiorchino però non ha dato segni di volere ascoltare il consiglio e così è stata esposta anche sulla tabella l’indicazione di lasciare la posizione. Ancora una volta senza esiti.

È stato un suggerimento reiterato - ha gettato acqua sul fuoco il direttore sportivo di Ducati Paolo Ciabatti - Dal nostro punto di vista, era sembrato che Lorenzo in quel momento potesse rallentare Dovizioso. Invece Jorge pensava di potere ricucire il gap da Pedrosa e portare Andrea con sé. In quel momento, è ovvio che ci siamo irrigiditi vedendo Lorenzo agire in un altro modo ma, una volta sentiti i piloti, la questione è stata chiusa.

Il manager ha assicurato che non c’è nessuno screzio fra i due piloti.

Conosco il Dovi e se si fosse sentito ostacolato sarebbe arrabbiato - ha continuato Ciabatti - invece ha detto che gli è stato d’aiuto. Bisogna fidarsi delle parole dei piloti, loro sanno come sono andate veramente le cose e, comunque, col senno di poi non sarebbe cambiato nulla”.

Diversa la situazione se in palio ci fosse stata la vittoria con Marquez fuori dai giochi, l’unico risultato utile per vedere Dovizioso campione.

In quel caso, Lorenzo sapeva esattamente come comportarsi e non ci sarebbero stati problemi. Ne siamo certi” ha concluso il ds Ducati.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti