Tu sei qui

SBK, Qatar a rischio per Ayrton Badovini

Brutta caduta a Jerez per il biellese del team Grillini, che ha rimediato un trauma cranico ed una frattura alla clavicola 

SBK: Qatar a rischio per Ayrton Badovini

Una brutta caduta avvenuta durante il primo giro di gara 1 aveva lasciato tutti con il fiato in sospeso, vedendo a terra ed immobile Ayrton Badovini, dopo un terribile impatto con il duro asfalto di Jerez. Il pilota del team Grillini è caduto violentemente, sbalzato dalla sua Kawasaki, picchiando con il casco e con la spalla, inducendo la Race Direction ad esporre la bandiera rossa, facilitando i soccorritori, che hanno trasportato il numero 86 al centro medico del circuito.

Ayrton è stato successivamente portato all’ospedale di Jerez, dove è stata scongiurata una temuta condizione di percolo, nonostanteun forte trauma cranico -ha raccontato successivamente lo stesso Badovini- e la frattura scomposta della clavicola sinistra, per la quale sarà necessario un eventuale intervento chirurgico, da effettuarsi in Italia”.

Il biellese, malgrado una evidente fasciatura, è apparso più seccato che ammaccato: “ricordo poco: mi trovavo tra Giugliano e De Rosa, ed ho pensato ‘dove vado adesso?’ consapevole di non avere vie d’uscita. Ho riattivato i ricordi dal viaggio sull’ambulanza, in avanti. Ho realizzato che avevo problemi, come dire, superficiali; era più la rottura di scatole che lo spavento. Nel frattempo, voglio ringraziare gli staff della Clinica Mobile, del centro medico e dell’ospedale di Jerez”.

Andrea Grillini, il team manager della squadra monegasca, ha precisato: “speriamo, innanzitutto, che Ayrton guarisca presto ed al meglio; qualora non se la sentisse di correre a Losail, nel pieno del suo rispetto, non intenderemmo schierare un sostituto. Saremmo costretti a farlo solo se la Dorna ce lo chiedesse espressamente”.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti