Tu sei qui

MotoGP, Iannone: in Australia capirò a che livello siamo veramente

Andrea spiega: "Più che la pioggia mi spaventa il freddo a Phillip Island, diventa difficile capire quale sia il limite in termini di grip" 

MotoGP: Iannone: in Australia capirò a che livello siamo veramente

È un Iannone che arriva col morale alto in Australia, perché la prestazione della scorsa domenica ha regalato non poca fiducia al pilota di Vasto. The Maniac sceglie quindi la strada delle continuità, consapevole che nel fine settimana il meteo possa nuovamente incidere come nel Sol Levante.  

“Sono contento di tornare subito in pista perché abbiamo l’occasione di capire se siamo riusciti veramente a migliorare –ha esordito il 29 – non ci saranno grandi rivoluzioni per il finale di stagione, però adesso ho una fiducia diversa con la moto. All’interno della squadra c’è grande entusiasmo - ha aggiunto - questo regala consapevolezza”.

Riguardo la prestazione in Giappone, ci si chiede quanto abbia influenzato la pioggia sul quarto posto.

“Durante questa stagione il bagnato l’abbiamo già incontrato in altre situazioni e ho dovuto faticare – ha ricordato – in Giappone sono però riuscito ad avere il passo dei migliori ed è stato completamente diverso rispetto ad altri fine settimana. Adesso dovremo riconfermarci sull’asciutto e questa sarà la nuova sfida”.

In Australia il rischio è quello di trovare nuovamente un meteo tutt’altro che favorevole, anche se fino a ieri brillava il sole nella regione di Victoria.

Trovare delle condizioni più difficili rispetto a Motegi credo sia complicato – ha concluso Iannone - spero solo non faccia troppo freddo, perché in quel caso non si capisce quale sia limite con il grip”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti