Tu sei qui

Moto3, FP3: Pagliani sorprende tutti a Motegi

Miglior tempo per il pilota del team CIP Mahindra, che comanda il turno dall'inizio alla fine, con Suzuki 2° e Bulega 3°. 4° Fenati, 5° Mir

Moto3: FP3: Pagliani sorprende tutti a Motegi

Ancora pioggia su Motegi, ma meno intensa rispetto alla mattinata di venerdì: ultimo turno di prove libere per la piccola cilindrata, che ha aperto il sabato al Twin Ring, con una pista bagnata, ma priva di grosse pozzanghere e rigoli d’acqua che ieri hanno messo in difficoltà tutti i piloti.

L’asfalto è andato asciugandosi minuto dopo minuto, ma sono state necessarie ancora le gomme Dunlop rain, che hanno garantito un grip eccellente ed infuso grande confidenza soprattutto a Manuel Pagliani, davvero veloce e bravo con la sua Mahindra del team CIP che, come abbiamo precisato ieri, riesce ad erogare in maniera fluida e poco aggressiva la potenza espressa dal proprio monocilindrico; ovviamente, il merito è anche del numero 96, molto sensibile e preciso in ogni curva e frenata e primo tempo finale n 2’09”935: avevo un buon set up- ha dichiarato Manuel- e spero di ripetere le stesse prestazioni in qualifica”.

Secondo tempo per il giapponese Tatsuki Suzuki con la Honda del team SIC58 Squadra Corse con il suo stile aggressivo e sempre in carena, a 96 millesimi da Pagliani. Come ieri, Bulega è in alto alla lista dei tempi ed il suo terzo crono conferma il feeling di Nicolò a Motegi, a nemmeno tre decimi dalla vetta, dopo diversi modifiche apportate dal team SKY VR46 sulla KTM del numero 8 italiano.

Modifiche anche da parte dei meccanici Snipers sulla Honda di Romano Fenati, resa meno rigida e dura nelle sospensioni, in particolare al posteriore, con una molla più morbida; Romano ha siglato il quarto tempo, a tre decimi esatti da Pagliani e tre decimi meglio di Joan Mir, quinto con la Honda Leopard.

Sesto Aron Canet, settimo Albert Arenas, ottavo tempo per Juanfran Guevara, con la seconda KTM nelle prime posizioni; nona prestazione di mattinata per Enea Bastianini, decimo Oettl, tredicesimo crono per Niccolò Antonelli, autore di un brutto high side alla Curva 4, con gran botta sull’asfalto di Motegi e moto distrutta ma ossa ancora salde.

Quattordicesimo tempo di Andrea Migno, un po' in sordina rispetto a ieri, diciottesimo con caduta per Marco Bezzecchi; distante dalla vetta Di Giannantonio, ventunesimo, ventiquattresimo crono insolito per lo scozzese McPhee che, in teoria, ama la pista bagnata, stesso discorso per l'olandese Bendsneyder, in difficoltà con la KTM Ajo. Bassa classifica per Arbolino e Dalla Porta (con caduta per il pilota Mahindra) che hanno segnato i tempi ventisette e ventinove, completa la lista l’australiano Toparis a ben 8 secondi e rotti dal miglior tempo di Pagliani.

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti