Tu sei qui

MotoGP, Vinales: per il titolo devo essere veloce anche sull'acqua

Lo spagnolo quarto dietro a Dovizioso: "mi mancava trazione, nelle curve a sinistra mi sembrava di guidare sul ghiaccio"

MotoGP: Vinales: per il titolo devo essere veloce anche sull'acqua

Il bagnato non sarà il terreno da caccia prediletto di Maverick Vinales e oggi ne abbiamo avuto l’ennesima conferma. Una gara tutta sulla difensiva per il poleman di Misano, che si è dovuto accontentare del quarto posto alle spalle di Andrea Dovizioso.

C’è però un segnale incoraggiante nella domenica del numero 25, dal momento che non sono emerse quelle difficoltà viste ad esempio nel sabato del Sachsenring o di Silverstone. È lui stesso a vedere il bicchiere mezzo pieno.

Penso ci sia stato un bel miglioramento, soprattutto dopo le difficoltà che avevo incontrato in Germania o in Olanda sotto la pioggia – ha ricordato – in quelle occasioni avevo perso diversi  secondi in qualifica. Oggi invece ho ottenuto delle belle risposte per quanto riguarda il telaio e l’elettronica, sono infatti molto soddisfatto di questo risultato, dato che era difficile arrivare quarti e di più non potevo fare di più. Marc e Petrucci erano super”.

C’è però un aspetto che lascia perplesso lo spagnolo.

Sono felice per il comportamento della moto all’anteriore – ha svelato - purtroppo faticavo con la trazione posteriore, soprattutto nella parte sinistra. Ho infatti rischiato in diverse occasioni di cadere, ma alla fine ho perso solo tre punti dalla vetta del Mondiale”.

 Maverick entra poi nello specifico delle difficoltà della moto.

Il nostro problema principale deriva dalla trazione al posteriore – ha puntualizzato -per compiere un passo avanti dovremo concentrarci sull’elettronica e il telaio. Oggi, in certe curve a sinistra, mi sembrava di correre sul ghiaccio, infatti non avevo presa”.

Alla fine del Campionato mancano cinque gare e il portacolori Yamaha guarda quindi al futuro.

Molte piste le conosciamo bene, dato che abbiamo girato in occasione dei test invernali –ha ricordato - di conseguenza  saremo più pronti il venerdì. Devo dire che la Malesia è una bel tracciato per la Yamaha – ha avvisato - così come l’Australia. Ci serve compiere un passo avanti sul bagnato per lottare per le prime posizioni e il titolo”.

Maverick tiene quindi vive le sue possibilità di lottare per il titolo.

Tre piloti in lotta per il titolo è un gran numero – ha analizzato - sarà fondamentale evitare il minimo errore. Dovremo cercare di essere pronti in ogni situazione – ha proseguito - oggi abbiamo visto un Lorenzo molto competitivo all’inizio, però ha sbagliato, mentre Dani è arrivato lontano ed è fuori dal Mondiale”.

L’ultima battuta è sul ritorno di Valentino.

Se Valentino dovesse tornare sarebbe un bene per tutti, soprattutto per me, dato che avrei modo di confrontare i dati con i suoi – ha concluso - lui conosce bene la moto e insieme possiamo migliorare”.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti