Tu sei qui

Moto3, Fenati un anno dopo il divorzio: è andata meglio così

Romano scherza sceso dal podio a Brno: "arriverò in Austria da debuttante. Ho trovato una strada con meno buche e... meno cinema"

Moto3: Fenati un anno dopo il divorzio: è andata meglio così

Un secondo posto sul bagnato per Fenati vale come una vittoria e non è un modo di dire, perché il rapporto dell’ascolano con l’acqua non è mai stato dei migliori. “Quanto questa mattina mi sono svegliato e ho visto le nuvole, avrei voluto solo richiudere gli occhi e cambiare giornata” scherza.

Invece è andato tutto bene.

“Ho fatto una gara veramente fantastica - racconta - Mi sono stupito nei primi giri di quanto fossi veloce sul bagnato, non me lo aspettavo. La moto era perfetta, mi dava fiducia ed è fondamentale, altrimenti il pilota può fare poco”.

Purtroppo l’attacco finale a Mir non è riuscito.

Nel finale la pista si asciugava in fretta e ci siamo presi dei bei rischi - sottolinea - Il problema, con le gomme da bagnato e l’asfalto sempre più asciutto, è che diventa difficile fare una strategia, studiare un attacco. Avrei potuto passare Joan all’inizio dell’ultimo giro, ma temevo una sua risposta e ho preferito seguirlo. Alla fine però è stato più veloce”.

Romano ha perso 5 punti in classifica e ottenuto il 4° secondo posto consecutivo.

È un risultato positivo, perché sono salito sul podio in circuiti in cui non ero mai riuscito” osserva.

La prossima settimana arriverà un circuito molto particolare per lui, perché in Austria lo scorso anno si consumò il divorzio improvviso con il team Sky e la VR46.

Sarò un debuttante, spero di riuscire a fare la gara quest’anno” scherza Romano.

Non ha particolarmente voglia di rivangare il passato.

Non sono uno che sputa nel piatto dove ha mangiato - dice - Abbiamo preso strade diverse e alla fine ne ho trovata una con meno buche. Col senno di poi, è andata meglio così”.

Il team che ha lasciato non sta brillando e sembra che anche i piloti vengano messi in discussione.

Bulega è uno che va veramente forte - lo difende Fenati - Secondo me i problemi sono a monte, non sono i piloti. Ho le mie idee ma le tengo per me. Dite che è a rischio il capotecnico Caprara? Io con lui sono andato sempre forte e poi avevano mandato via Brazzi per fargli posto. Non so cosa dire, ma ho le idee abbastanza chiare”.

Una battuta però alla fine gli sfugge, senza cattiveria: “in questa squadra c’è meno cinema e non mi dispiace per nulla”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti