Tu sei qui

SBK, Sykes sorprende Rea e conquista la Superpole, 3° Davies

A Laguna Seca l'alfiere Kawasaki precede il compagno di soli 90 millesimi, in seconda fila Melandri e le Aprilia di Laverty e Mercado

SBK: Sykes sorprende Rea e conquista la Superpole, 3° Davies

Tom Sykes sogna in grande a Laguna Seca e ha tutto il diritto per farlo, dal momento che siamo in America. L’alfiere Kawasaki brilla nella qualifica del mattino, conquistando la Superpole grazie al tempo di 1’22”746. Una prestazione di spessore quella del pilota britannico, che negli Stati Uniti conquista la 31^ partenza dalla prima casella in griglia. Ancora una volta ha dovuto fare i conti col compagno di squadra, ovvero Johnny Rea.

Il nordirlandese ci ha provato fino all’ultimo, ma una sbavatura ha compromesso la sua prestazione. A fine turno solo novanta millesimi separano i due compagni. Se le due ZX-10R fanno la voce grossa, Chaz Davies  e la Ducati non vogliono essere da meno. Nonostante le condizioni di salute non al top della forma, il gallese aggancia la terza casella (+0.407), accusando però quasi mezzo secondo da Sykes

Ad aprire la seconda fila la Panigale di Marco Melandri (+0.601). Il ravennate incassa sei decimi dalla vetta, ma precede le Aprilia di Laverty (+0.766) e Mercado (+0.979). Un segnale da non sottovalutare quello delle due RSV4, con l’irlandese che conferma la propria competitività sulla pista americana come già visto ieri. Non da meno il pilota sudamericano, 28 millesimi più veloce nel confronto con la Ducati di Forés.

In terza fila con lo spagnolo Alex Lowes, seguito dalla MV di Leon Camier, mentre decimo crono per Lorenzo Savadori, su cui pesa un ritardo che supera il secondo. Nella Superpole2 era presente all'appello anche Alex De Angelis. Alle ore 23 italiane, il sammarinese della Kawasaki scatterà dalla dodicesima casella in Gara 1.     

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti