Tu sei qui

MotoGP, Pernat: Rossi? La sua forza di volontà l'ha fatto vincere

Vinales non sa ancora gestire la pressione come Valentino e Marquez, Petrucci è il vincitore morale del TT

MotoGP: Pernat: Rossi? La sua forza di volontà l'ha fatto vincere

Erano 385 giorni che mancava l’appuntamento con il gradino più alto del podio. Ad Assen Valentino ha ritrovato il successo, precedendo sul traguardo Danilo Petrucci. Se il Dottore sorride, umore opposto per Maverick Vinales, che in un solo colpo getta all’aria gara e vetta del Mondiale. A raccoglierla è quindi Andrea Dovizioso, grazie al quinto posto ottenuto alle spalle di Marquez e Crutchlow. Ecco quanto accaduto nell’ultimo weekend secondo l’occhio attento del nostro Carlo Pernat.

 “Meravigliosa Assen, non per niente la chiamano il tempio delle ruote o il cielo delle due ruote. Qua succede sempre qualcosa, infatti gli ultimi sette giri hanno più o meno determinato il modo di affrontare la corsa da parte di alcuni piloti”.

Al TT il Dottore si è preso tutti i riflettori:  “Lo paragono ad Alfieri, con il suo “volli e sempre volli, fortissimamente volli”. Nel momento in cui è caduto Vinales, avrebbe fatto di tutto pur di vincere – ha svelato - sulla carta d’identità ha 23 anni, anziché 38”.

Niente da fare invece per Petrucci, che fino all’ultimo ha cercato di mettere i bastoni tra le ruote al 46: “Vale ha meritato il primo posto – ha ammesso Pernat - ma credo che Danilo sia il vincitore morale di Assen. Ieri ne aveva di più rispetto a Rossi e i doppiati gli hanno negato il successo – ha analizzato - alla fine è arrivato secondo per una questione di millesimi, possiamo dire che ha fatto il passo avanti definitivo, è un pilota che può dire la sua”.

In Olanda brilla il tricolore anche sulla vetta del Mondiale, che ora vede in Dovizioso il nuovo leader: “Adesso dovrà capire che finalmente si può giocare questo titolo –ha sottolineato Pernat - forse la Ducati avrà qualche punto debole, però Andrea può ambire al Mondiale. A dir la verità pensavo potesse addirittura vincere ieri, poi l’acqua l’ha danneggiato a differenza del solito”.

I giochi sono comunque aperti. Anche Marquez è della partita con un terzo posto che vale oro: “Come Dovi ha fatto il ragioniere, portando a casa punti importantissimi per il Campionato. Se fosse caduto sarebbe stato l’addio al titolo, invece è ancora in lotta”.

Chi si deve invece leccare le ferite è Maverick Vinales, nuovamente a terrà: “Penso patisca un po’ la pressione. Deve riuscire a superare questo ostacolo per diventare un fuoriclasse come Marc e Vale, che sono due piloti che non la avvertono. La caduta di ieri in parte è anche colpa sua”.

Al TT Dani Perdrosa è invece apparso in ombra: “Ha fatto una brutta gara, però non lo sottovaluterei, soprattutto il prossimo fine settimana che si va in Germania. Sarà un Mondiale che si deciderà all’ultima gara con grandi colpi di scena”.  

ASCOLTA L'AUDIO

Categoria: 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti