Tu sei qui

SBK, Rea: "Sono sorpreso, non credevo di essere così veloce"

Johnny svela: "Adesso la Kawasaki è più stabile", Sykes: "Non sono al massimo della forma, ma sarò pronto e competitivo per la gara"

SBK: Rea: "Sono sorpreso, non credevo di essere così veloce"

Insegue la decima all’Università delle due ruote. Johnny Rea ha dimostrato in questo venerdì di avere una marcia in più rispetto alla concorrenza. Oltre al miglior tempo nella seconda sessione di libere, il nordirlandese ha evidenziato la propria superiorità sul passo gara, tanto da essere imprendibile. Il suo volto è sereno, perché la strada sembra già essere in discesa.

Meglio non poteva proprio andare

Devo dire la verità, sono sorpreso di essere così veloce quest’oggi al termine delle libere. Mi sento forte sul giro secco e soprattutto sul passo gara, questo secondo aspetto mi regala ulteriore fiducia per il sabato. Tra l’altro stamani la temperatura era bassa e lo pneumatico duro mi ha dato le risposte che cercavo”.

Rispetto all’ultimo round in cosa è cambiata la ZX10-R?

“Ci sono state alcune modifiche che hanno dato l’esito sperato qua in Olanda. Più che altro mi sento meglio per quanto riguarda l’entrata di curva. Penso ci sia stato un passo avanti sotto questo aspetto, così come la stabilità della Kawasaki”.

Come ti sei trovato con le nuove gomme?

“Quando ho svolto la simulazione gara dopo nove giri sono rientrato ai box, perché non avevo la fiducia che volevo all’anteriore. Penso fosse troppo  morbida la mescola, poi invece le mie prestazioni sono state in crescendo”.

Il venerdì di Assen ha messo in luce anche le qualità di Tom Sykes. Il pilota britannico ha siglato il riferimento in FP1, al pomeriggio si è dovuto invece accontentare del terzo crono alle spalle della Ducati di Davies.

“Sono entusiasta per questa giornata, dato che la moto si è dimostrata competitiva, inoltre sono riuscito a disputare tanti giri, rimanendo sempre vicino ai migliori. Inoltre, in confronto ad Aragon, credo di essere più veloce”.

Come ti senti dopo i problemi di salute accusati in Spagna?

“Ovviamente non posso dire di essere al top della forma, però mi sento bene e pronto per la gara di sabato. Non penso sia un problema disputare tutta la corsa”.

Qual è il tuo giudizio sulle gomme?

“Personalmente mi hanno lasciato una buona impressione, soprattutto a basse temperature. Nella FP1 avevo molto grip, infatti avevo la confidenza che ho cercato. Sono soddisfatto, soprattutto per il tempo sul giro”.

È possibile battere Johnny?

“Difficile, però ci proveremo”.  

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti