Tu sei qui

MotoGP, Rossi: Vinales e Marquez? dovrò anche guardarmi le spalle

"Di solito in gara vado più veloce, sono contento delle qualifiche". Sulla gomma 2016: "provarla sarà meglio per tutti"

MotoGP: Rossi: Vinales e Marquez? dovrò anche guardarmi le spalle

Quest’anno le domande da parte dei tifosi fatte sui social network dai tifosi sono un divertente intermezzo nelle conferenze stampa. Dopo il 3° posto in qualifica ad Austin, a Valentino è stato chiesto di abbinare una pizza ai suoi avversari.

Il Dottore è stato al gioco: “Marquez sarebbe una diavola con il salame piccante. Per Vinales dico funghi e salciccia perché la mangio sempre, Crutchlow sicuramente è una pizza con patatine ed ananas. E Lorenzo? una con peperoncino, molto peperoncino”. E lui? “Dico di nuovo salsiccia e funghi, vado sul classico”.

Terminato il siparietto, Valentino si è rifatto serio e ha commentato le sue qualifiche.

Sono state importanti perché sono state le prime della stagione in condizioni di asciutto ed era importante verificare il mio potenziale - ha spiegato - È andata bene, mi sentivo bene in sella ed è arrivata una prima fila importante. Sapevo di potere fare un buon giro se avessi trovato pista libera, non è stato semplice perché con poco tempo a disposizione non si potevano fare strategia, ma sono stato fortunato”.

Nel traffico ha avuto anche un incomprensione con Maverick.

Sinceramente non ho ancora capito bene cosa sia successo, non ho avuto tempo di guardare le immagini - ha raccontato - Quando ho visto Vinales arrabbiato mi sono chiesto cosa avessi combinato. Non ci siamo toccati, ma in quel settore ci sono molti piloti che rallentano per aspettare una scia e non avevo visto Maverick”.

Tutto è stato risolto con una stretta di mano fra i due al parco chiuso, ma il compagno di squadra rimane nei pensieri di Valentino.

Domani proverò a stare con lui e Marquez, ma dovrò anche guardarmi alle spalle perché Pedrosa e Zarco hanno un bel ritmo - la sua analisi - Ho ancora un po’ di lavoro da fare per sistemare gli ultimi dettagli, ma in qualifica mi trovavo bene e ho migliorato la frenata. Nei primi due GP in gara sono stato più veloce rispetto alle prove, ma in questo momento loro hanno un passo migliore”.

In tanti guardano con attenzione alla prima curva.

La cosa migliore è partire bene ed evitare di stare in mezzo al casino, ma anche se ci pensi poi succede sempre qualcosa di diverso. Bisognerà decidere al momento”.

La speranza è che non ci siano condizioni simili a quelle del mattino.

Le gomme non entravano in temperatura e faceva paura guidare in quelle condizioni - ha detto - In verità non mi aspettavo che 6 o 7° in meno avessero un effetto così grande sugli pneumatici. Il più grande problema è stato il vento freddo”.

La curiosità è che fra le tante cadute nelle FP3 nessuna ha avuto un pilota Yamaha come protagonista.

Vuol dire che guido la moto giusta - ha scherzato - Però le condizioni questa mattina erano veramente particolari”.

A proposito di gomme, Rossi e tutti gli altri piloti potranno provare l’anteriore 2016 a Jerez.

È da quando ho provato per la prima volta la nuova gomma che ho certe sensazioni, magari mi sbaglio ma sarà interessante fare un test - ha commentato - Hanno detto che è la gomma di Valentino, ma in verità penso che sia meglio per tutti”.

Le ultime battute sono per la proposta di decidere solo nelle FP3 l’accesso in Q2.

Oggi sarebbe stata una cretinata, perché avremmo dovuto rischiare in condizioni difficili. Ci sono pro e contro, ma ieri non ne abbiamo parlato in Safety Commission”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti