Tu sei qui

Moto3, Joan Mir: "È stata la miglior gara della mia vita!"

Grande successo per lo spagnolo del team Leopard Honda: "oggi la mia moto era perfetta". Bene anche Loi: "andremo in Argentina motivati"

Moto3: Joan Mir: "È stata la miglior gara della mia vita!"

È stata una gara tirata e fantastica la prima della Moto3 in Qatar, con ben 8 piloti papabili per la vittoria, sino alla bandiera a scacchi sventolata in primis sulla testa dello spagnolo Joan Mir, alla sua seconda vittoria in Moto3, la prima con il team Leopard Racing motorizzato Honda che schiera anche il belga Livio Loi, oggi giunto al traguardo in dodicesima posizione.

Ha guidato forte Mir: dopo la vittoria in Austria lo scorso anno con la KTM, il rookie of the year 2016 è approdato in un team che ha già contribuito alla crescita e alle vittorie di forti piloti e campioni, come il britannico Danny Kent, iridato nel 2015 con la Honda NSF250R.

Stasera in Qatar, il pilota spagnolo numero 36 ha saputo gestire la gara al comando e cogliere l’attimo nei giri finali:oggi, nonostante la pista non offrisse un grip ottimale, la mia moto era perfetta -ha rivelato Joan- sia nei rettilinei che nelle curve veloci. Per arrivare a questo livello di competitività abbiamo lavorato tanto: in questa categoria è difficile scappare, quindi, ho tenuto duro in ogni staccata e in ogni sorpasso. Questa è stata la miglior gara della mia vita e voglio continuare così in tutta la stagione”.

Livio Loi stava correndo altrettanto bene, era partito forte, ma un contatto nelle prime battute con l’olandese Bendsneyder ha compromesso la gara del pilota belga, conclusa al dodicesimo posto: “alla curva 6 la mia ruota posteriore è scivolata ed ho toccato Bendsneyder -era dispiaciuto Livio- peccato per lui e pure per me: avevo il passo per raggiungere la top five, ma sono carico perché andremo in Argentina molto motivati e consapevoli del nostro potenziale”.

A chiosare è Christian Lundberg, romano di origine e trapiantato in Spagna, direttore tecnico del team Leopard: “statisticamente vincere la prima gara della stagione non porta bene -è scaramantico Christian- ma proveremo in ogni modo a sfatare questa tendenza. Siamo molto felici per la vittoria ottenuta, perché Joan ha gareggiato in maniera perfetta, affrontando nel migliore dei modi la curva finale. Peccato per Livio, il contatto in gara lo ha rallentato e non abbiamo raccolto quanto potevamo. Oggi ci godiamo questo successo consapevoli che sarà un campionato difficilissimo".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti