Tu sei qui

MotoGP, Qatar, FP2: Ducati alla riscossa, Redding 1° e Dovizioso 2°

I TEMPI. Quattro Yamaha dietro alle Rosse: 3° Folger, 4° Zarco, 5° Vinales (alla sua prima caduta sulla Yamaha) mentre Rossi è 6°

MotoGP: Qatar, FP2: Ducati alla riscossa, Redding 1° e Dovizioso 2°

Dopo la pioggia - e addirittura la grandine - nel primo pomeriggio, i piloti della MotoGP hanno trovato pista asciutta per il secondo turno di prove libere in Qatar. Altri 45 minuti utili per tutti per sistemare le moto in vista di qualifiche e gara e, per qualcuno, per migliorare i propri crono per mettere in cassaforte l’accesso alle Q2.

Come i piloti Ducati, che sono stati i protagonisti delle FP con Redding e Dovizioso. Scott è infatti stato il più veloce con il tempo di 1’55”085, un crono comunque superiore di 7 decimi abbondanti rispetto a quanto fatto da Vinales ieri, segno che la pista dopo la pioggia è in condizioni migliori. Anche il Dovi - che ieri non aveva montato gomme morbide - si è fatto valete, piazzandosi a un decimo tondo dal britannico di Pramac.

Dietro alle due Rosse c’è un quartetto di Yamaha, con le due satellite di Tech3 davanti alle ufficiali. Il terzo tempo è infatti per Jonas Folger a 0”183 da Redding, il tedesco precede per un decimo il compagno di squadra Johann Zarco.

Vinales si è invece dovuto accontentare - per così dire - del 5° posto, a 0”293 dalla vetta. Maverick è anche incappato nella sua prima scivolata da quando guida la Yamaha, lo spagnolo è andato in terra alla curva 4 all’inizio del turno, senza riportare alcuna conseguenza.

Passo avanti per Valentino, 6° e vicino al compagno di squadra (36 sono i millesimi che li dividono). Rossi si era dimostrato cautamente ottimista dopo le difficoltà di ieri e sembra avere azzeccato per il momento le mosse giuste sulla M1.

Ottima 7ª posizione  per Bautista, che paga un ritardo di circa mezzo secondo, e precede per 23 millesimi Lorenzo. Facile fare un semplice calcolo: le primo 8 posizioni sono appannaggio di Ducati e Yamaha. Il primo ‘intruso’ è Marquez, 9°, davanti ad Aleix Esapargarò che chiude la Top Ten con l’Aprilia.

Appena fuori dai 10 c’è Petrucci, a sua volta davanti alle Honda di Miller e Abraham. Continuano i problemi per Iannone e la Suzuki, Andrea è 15° davanti a Rins. Male in questo turno anche Pedrosa, appena 19°. Fanalini di coda sono Pol Espargarò (KTM), Sam Lowes (Aprilia) e Bradley Smith (KTM).

Per quanto riguarda la combinata dei tempi, i piloti che per il momento hanno conquistato l’accesso in Q2 sono, nell’ordine: Vinales, Marquez, Redding, Dovizioso, Folger, Pedrosa, Zarco, Rossi, Bautista e Lorenzo.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti